Caricamento in corso...
17 dicembre 2012

Lo Schelotto furioso: picchia l'ex-convivente per gelosia

print-icon
sch

Sangue un po' troppo caliente per l'italo-argentino Ezequiel Schelotto

Post-partita animato per il giocatore dell'Atalanta, fermato a Milano dalla polizia mentre litigava con una donna, trascinandola in malo modo e schiaffeggiandola. Avevano appena cercato di riconciliarsi con una serata in un locale

Notte movimentata per Matias Ezequiel Schelotto, centrocampista dell'Atalanta, nato in Argentina ma cittadino italiano. Intorno alle 3.15, riferisce la Polizia, una volante è stata fermata in via Moscova, a Milano, da alcuni cittadini per via di una lite per strada.
Schelotto stava trascinando in malo modo una donna: alla vista della volante, avrebbe tentato di nascondersi in un condominio. Gli agenti sono scesi dall'auto e hanno raggiunto i due: la ragazza, nata nel 1988, chiedeva aiuto, mentre il giovane (23 anni) avrebbe cercato di allontanarsi, ma è stato comunque fermato.

I due, ex conviventi, hanno spiegato di aver avuto una lite: ieri sera, nel tentativo di riappacificarsi, si erano recati al Just Cavalli, un noto locale notturno milanese. Lì hanno litigato, sembra per motivi di gelosia: la donna sarebbe stata insultata e avrebbe ricevuto alcuni schiaffi. Avrebbe tentato di chiedere aiuto, ma l'ex compagno glielo avrebbe impedito, continuando ad insultarla.
La lite è poi proseguita per strada, fino all'arrivo degli agenti. Quando i poliziotti hanno chiesto al calciatore di mostrare i documenti, si sarebbe mostrato infastidito. Schelotto, comunque, non è stato accusato di nulla. La donna è stata portata al pronto soccorso del Fatebenefratelli in codice verde, più per lo spavento che per altro, e non ha sporto denuncia, allo stato attuale.

Tutti i siti Sky