Caricamento in corso...
19 aprile 2014

Fenati, Dovi e Ducati, tutto l'azzurro di Austin

print-icon
rom

Romano Fenati a Austin si è piazzato secondo in Moto3 dietro all'australiano Jack Miller (Foto Getty)

REWIND . Nel GP delle Americhe il pilota dello Sky Racing Team VR 46 e il romagnolo della Ducati hanno portato l'Italia sul podio in Moto3 e in MotoGP. E Corsi, Iannone, Rossi si sono piazzati nei primi dieci, facendo ben sperare per la stagione

di Roberto Brambilla

Due azzurri sul podio. Con uno, Romano Fenati dello Sky Racing Team VR 46 che ha sfiorato la vittoria di un soffio. Il secondo appuntamento della MotoGP a Austin è stato positivo per i colori azzurri. Non solo per i podi ma anche i piazzamenti di Simone Corsi in Moto2, di Francesco Bagnaia in Moto3 e per quelli di Andrea Iannone in MotoGP, insieme al dottor Rossi nella top ten.


Moto3, Italia e Sky Racing Team -E' stata forse la sorpresa più bella del week end. Romano Fenati, 18enne di Ascoli Piceno, ha colto il secondo miglior risultato della carriera (dopo la seconda piazza all'esordio nel 2012 e la vittoria in Spagna nello stesso anno), arrivando alle spalle dell'australiano Jack Miller. Un risultato arrivato dopo un discreto venerdì e sabato di prove, ma una gara con il “coltello tra i denti” che ha fatto il paio con quella del compagno di squadra allo Sky Racing Team VR 46 Francesco “Pecco” Bagnaia, settimo al traguardo dopo essere partito 14° in griglia.

MotoGP, tornano Dovi e la Ducati – Tutti a Austin si aspettavano (giustamente) le Honda e attendevano il duello tra Rossi e Marquez, ma invece è arrivata la scuderia di Borgo Panigale. Sempre attaccate alle case giapponesi le Ducati hanno vissuto buone libere (nella seconda e nella quarta sessione secondi dietro Marquez) e qualifiche difficili, riscattandosi però in gara. Il "Dovi", ultimo podio ad Aragon nel 2012, sui saliscendi texani ha vinto con intelligenza ed esperienza la lotta per il terzo posto con la Honda di Bradl e la Yamaha non ufficiale di Smith. E l'altro "ducatista " del Pramac Racing Andrea Iannone si è piazzato settimo, precedendo Vale Rossi (Yamaha) finito con un po' di delusione ottavo, ma a 17 secondi dal ragazzo di Vasto.

Moto2, Corsi sempre tra i primi - Anche nella classe “di mezzo” c'è stato un po' di azzurro. E' stato quello di Simone Corsi che in sella alla Yamaha del NGM Forward Racing è stato in pianta stabile nella top ten in tutto il week end e in gara ha finito quinto a solo 2 secondi dal terzo gradino del podio occupato dallo svizzero Dominque Aegerter del teamTechnomag CarXpert.

Sky Racing Team VR46

Tutti i siti Sky