Caricamento in corso...
22 luglio 2014

Tre vittorie e tanti piazzamenti, gli azzurri al giro di boa

print-icon
rom

Romano Fenati è l'unico azzurro ad aver vinto un GP nei primi nove GP del campionato (Getty)

A metà cammino del Motomondiale 2014 , il bilancio degli italiani è positivo. Con i successi di Fenati, i podi di Rossi e Dovizioso, oltre a qualche giovane in crescita. Ecco, numeri alla mano, come sono andati

di Roberto Brambilla

L'Italia del Motomondiale c'è e avrebbe potuto fare anche meglio. Tre vittorie, tutte in Moto3 e firmate da Romano Fenati, pilota dello Sky Racing Team VR 46, 8 secondi posti con cinque piloti diversi (Rossi, Dovizioso, Bastianini, Corsi, Fenati) e tre terze piazze, con Valentino Rossi e Romano Fenati, ancora in lotta per il Mondiale di categoria. Ma ecco il bilancio azzurro categoria per categoria.

MotoGP, il ritorno di Vale e la crescita delle Ducati –
Le prime nove gare della classe regina hanno visto la “resurrezione” di Valentino Rossi. A fatica in qualifica, ma sempre tra i migliori in gara dietro al quasi irrangiungibile Marquez. Insieme a lui, a lottare con i primi, le due Ducati: quella ufficiale di Andrea Dovizioso, che al netto di un paio di giornate storte è sempre stato nel gruppetto di testa (anche 2° ad Assen) e quella del team Pramac di Andrea Iannone che ha sfiorato la pole al Mugello che nelle ultime due gare è stata quinta e sesta. Menzione speciale per il quarto azzurro, Danilo Petrucci. Tanta sfortuna, qualche errore e l'impresa di Assen, con un 15° posto da “infortunato”.

I risultati dei piloti italiani in MotoGP

Pilota Punti in classifica Miglior piazzamento in qualifica Miglior piazzamento in gara GP a punti
Valentino Rossi 141 (3°) 4° (GP Spagna) 2° (Catalunya, Qatar, Spagna e Francia) 9 su 9
Andrea Dovizioso 99 (4°) 3° (GP Francia) 2° (GP Olanda) 9 su 9
Andrea Iannone 62 (8°) 2° (GP Italia) 5° (GP Germania) 7 su 9
Danilo Petrucci 4 (21°) 17° (GP Olanda) 14° (GP Qatar) 3 su 5


Moto3, Fenati da applausi ma che Bastianini – Nella classe più “piccola” i piloti azzurri sono sei. Ma due hanno sorpreso tutti. Romano Fenati, che con tre vittorie è secondo per numero di successi dietro al leader mondiale Jack Miller, ha dimostrato di avere i “numeri” per lottare per la testa del campionato. E il “piccolo” Enea Bastianini, classe 1997. Miglior rookie e un secondo posto in Catalunya, dopo la prima fila in pole che lo mette davanti anche a Francesco Bagnaia dello Sky Racing Team VR46, che è stato quarto a Le Mans ma è stato bersagliato dalla sfortuna.

I risultati dei piloti italiani in Moto3

Piloti Punti in classifica Miglior piazzamento in qualifica Miglior piazzamento in gara GP a punti
Romano Fenati 110 (4°) 4° (GP Italia) 1° (GP Argentina, Spagna, Italia) 6 su 9
Enea Bastianini 46 (11°) 2° (GP Catalunya) 2° (Catalunya) 6 su 9
Francesco Bagnaia 42 (14°) 6° (GP Argentina e Spagna) 4° (GP Francia) 5 su 8
Niccolo Antonelli 18 (17°) 2° (GP Spagna) 5° (GP Olanda) 2 su 9
Alessandro Tonucci 15 (20°) 10° (GP Argentina) 7° (GP Italia) 4 su 9
Matteo Ferrari 12 (22°) 14° (GP Germania) 9° (GP Germania) 3 su 9

Moto2, Corsi in crescita – Nella categoria di mezzo. dove Esteve Rabat e Mika Kallio dominano, c'è anche un italiano tra i migliori. E' il pilota della NGM Forward Racing che è sempre stato una presenza fissa nella top ten con i podi a Le Mans e al Sachsenring, facendo meglio del compagno di squadra Mattia Pasini. E poi ci sono i due esordienti nella categoria Franco Morbidelli e Lorenzo Baldassarri: il primo capace al GP di Germania di sfiorare il podio.

I risultati dei piloti italiani in Moto2


Piloti Punti in classifica Miglior piazzamento in qualifica Miglior piazzamento in gara GP a punti
Simone Corsi 85 (5°) 6° (GP Francia, Olanda, Germania) 2° (GP Francia) 7 su 9
Franco Morbidelli 25 (17°) 5° (GP Germania) 6° (GP Germania) 4 su 9
Mattia Pasini 22 (19°) 6° (GP Catalunya) 6° (GP Catalunya) 3 su 9
Lorenzo Baldassarri 12 (22°) 12° (GP Germania) 9° (GP Olanda) 2 su 9

Sky Racing Team VR46

Tutti i siti Sky