Caricamento in corso...
01 agosto 2014

Tutti giù per terra: quante cadute nel Motomondiale

print-icon
pol

La spettacolare caduta di Pol Espargaro nel GP d'Italia al Mugello (Foto Getty)

Dai fuoriclasse della MotoGP fino alla Moto3, nessuno è stato esente da spettacolari capitomboli in questa prima parte di stagione. Lorenzo, Bradl, Espargaró, Fenati, Miller: anche i migliori cadono. LE FOTO

(C.B). Chi di lavoro fa il pilota sa che assaggiare l'asfalto fa parte dei rischi del mestiere. Anche in questa prima parte di stagione, in vista della ripresa dello show tra una settimana a Indianapolis, non sono mancati incidenti e incredibili cadute (guarda le FOTO). Protagonisti di ogni età, più o meno esperti, di tutte le categorie. Basti pensare che il Mondiale di un due volte iridato come Jorge Lorenzo è cominciato a Losail con uno scivolone dopo pochi metri dal semaforo verde (il video da YouTube).



Bradl show - Sempre tra i big della MotoGP, troviamo altre vittime illustri. Marc Marquez, Cal Crutchlow, Pol Espargaró: tutti hanno strisciato almeno una volta su qualche circuito in giro per il mondo. C'è poi chi, come Stefan Bradl, è in corsa per il volo più spettacolare dell'anno con il botto nel warm-up del Mugello (il video da YouTube).



Jack e Romano - Anche in Moto3 non sono mancate le emozioni. In una sorta di par condicio, sono caduti due dei grandi protagonisti di questo inizio di stagione. Jack Miller, leader del Mondiale, ha testato la ghiaia di Assen dopo appena 2 giri. Due settimane più tardi è invece toccato a Romano Fenati scivolare sul sempre insidioso asfalto del Sachsenring. Si ripartirà da Indianapolis, con l'intenzione di restare saldamente in sella.



Sky Racing Team VR46

Tutti i siti Sky