Caricamento in corso...
28 settembre 2014

Valentino, paura passata. Sotto osservazione dopo la Tac

print-icon

Rossi sottoposto a controlli medici dopo la brutta caduta: non ci sono tracce di versamenti nel cervello. Lorenzo gongola: "Ho spinto al massimo, ero in difficoltà, ma ho stretto i denti fino all'ultimo"

Dopo la paura per la caduta nel Gp di Aragona, sono confortanti le notizie su Valentino Rossi. La Tac non ha dato esiti positivi. "Rossi - spiega il dottor Michele Zasa, responsabile Clinica Mobile - ha sofferto di un trauma cranico con sospetta perdita di conoscenza. Dal punto di vista neurologico non c'è alcuna preoccupazione. Dopo la Tac abbiamo rilevato che non ci sono tracce di versamenti nel cervello. Rossi (già rientrato nel motorhome, ndr) verrà tenuto sotto osservazione come precauzione nelle prossime ore".

Dopo le prime rassicurazioni provenienti dalla Clinica mobile, le condizioni di Rossi restano insomma sotto controllo: il pilota della Yamaha è stato portato all'ospedale di Alcaniz per essere sottoposto a una tac cerebrale. In particolare, il sospetto era che Valentino avesse appunto perso conoscenza per qualche secondo al momento della caduta, ma le sue attuali condizioni cliniche sono comunque buone.



Lorenzo "Vittoria che vale tantissimo" - "Finalmente. Dopo tanto tempo senza vincere questo successo vale tantissimo", sottolinea il compagno di scuderia di Rossi, Lorenzo, "Anche perchè ottenuto in condizioni difficili". "Ero preoccupato quando si è messo a piovere, perchè non mi trovavo bene come in condizioni d'asciutto e a un certo punto pensavo di arrivare terzo, quarto o quinto - ha aggiunto -. Quando ho visto che Dani non entrava ho deciso di aspettare. Con le gomme da bagnato ero molto a rischio, ma ho stretto i denti e ho visto che ero primo".

Sky Racing Team VR46

Tutti i siti Sky