Caricamento in corso...
28 gennaio 2015

MotoGP, la nuova Yamaha del Dottore. "Punto al titolo"

print-icon

Giù i veli a Madrid alla nuova YZR-M1 del team Movistar Yamaha MotoGP 2015, in sella alla quale Rossi e Lorenzo andranno all'attacco del Mondiale. Valentino: "Dovremo fare passi in avanti, ma voglio provare a battere Marc Marquez"

Giù i veli, a Madrid, alla nuova Yamaha di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo per il Motomondiale 2015: la YZR-M1 sarà l'arma in più per lasciarsi dietro Marc Marquez? Il Dottore è fiducioso: "Nel 2014 il mio obiettivo era quello di lottare con i primi tre e i risultati non sono stati male: sono salito spesso sul podio e ho fatto tanti punti. Ora voglio cercare di vincere il Mondiale, dovremo fare passi in avanti ma sono ottimista". "Abbiamo già provato dei prototipi due o tre volte", aggiunge Rossi, "ma non abbiamo ancora guidato la versione 2015 definitiva della nostra M1 e per questo siamo tutti molto eccitati in vista del test che faremo a Sepang la prossima settimana".



Lorenzo all'attacco -
Lo spagnolo della Yamaha è già carico: "Mi sono allenato tantissimo in inverno, come non avevo mai fatto prima, questo dovrebbe mettermi in condizioni di partire meglio rispetto all'anno scorso". "Nelle prime gare del Mondiale ero andato molto male, l'obiettivo per la prima parte dell'anno è evitare che questo si ripeta", ammette Lorenzo, "Il futuro è imprevedibile, specialmente nel motociclismo, perché ci sono tante variabili che possono influire. Ma ho delle buone sensazioni. Non sono mai stato così in forma - ha detto Lorenzo - prima dell'inizio di un mondiale. Sono dimagrito e sto facendo un allenamento molto mirato per aumentare le mie performance alla guida. Lo scorso anno ho fatto troppi errori a inizio stagione, forse sono stato con la testa troppo in vacanza, per questo voglio iniziare la stagione al meglio...".

Vale e Jorge - "Io e Lorenzo siamo rivali in pista ma abbiamo il comune impegno di far migliorare la moto per essere sempre più competitivi e efficaci", ha detto ancora Rossi, che l'anno scorso ha visto Marquez salire dieci volte di fila sul podio. La Yamaha, ha spiegato l'ingegnere capo della casa giapponese, Kouichi Tsuji, ha fatto molte modifiche e la nuova M1 è la risultante di tutti i suggerimenti che i piloti ci hanno dato durante lo scorso anno". "Abbiamo già provato dei prototipi - ha detto Rossi - prima del test che faremo in Malesia la prossima settimana. Ma ancora non abbiamo guidato la versione 2015 definitiva della nostra M1 e per questo siamo tutti molto eccitati. Pensando alla stagione, sarà importante partire con il piede giusto. La prima gara in Qatar è ottima per noi. Quella pista è favorevole alla Yamaha, ma sono le prime tre gare ad essere molto importanti in ottica mondiale".

Sky Racing Team VR46

Tutti i siti Sky