Caricamento in corso...
05 febbraio 2015

Sepang, fulmine Lorenzo davanti a Dovizioso. Rossi sesto

print-icon
lor

Jorge Lorenzo è stato il primo ad abbattere il muro dei 2' nei test di Sepang (Foto Getty)

Lo spagnolo della Yamaha è stato il più veloce nella seconda giornata di test sulla pista malese, precedendo di appena 0''052 la Ducati del forlivese. Terzo Marquez, Vale staccato di oltre 7 decimi

Jorge Lorenzo è stato il più veloce nella seconda giornata di test della MotoGP a Sepang. Sulla pista malese, il pilota della Yamaha ha preceduto di appena 0''052 Andrea Dovizioso su Ducati. Lorenzo (1'59''963) è stato il primo e unico ad abbattere il muro dei 2'. Terza piazza (+0''183) per Marc Marquez, che aveva centrato il miglior crono del mercoledì, davanti al compagno della Honda Dani Pedrosa. Quinta la seconda Rossa di Andrea Iannone (2'00''391), mentre Valentino Rossi ha chiuso sesto con un gap di 0''713 dal compagno Lorenzo. Il pesarese ha girato molto, effettuando 63 tornate, secondo solo a Marquez con 67. Nella Top 10 anche la Suzuki di Aleix Espargaró, mentre per trovare la prima Aprilia bisogna scendere in 17esima piazza con Alvaro Bautista. Ultima piazza per Marco Melandri con l'altra moto di Noale, con un ritardo di 4''524 dalla vetta. Quanto lavoro - In questa seconda giornata malese, ancora una volta clemente dal punto di vista del meteo e delle temperature, la Yamaha si è concentrata soprattutto sulle diverse mappature della M1 e sulle prove di durata degli pneumatici. In casa Honda, sia Pedrosa che Marquez hanno girato su più moto, per verificarne l'efficacia del telaio ed effettuando long-run con tempi incoraggianti. La Ducati sta testando le novità della GP15 sulla GP14.3: avantreno, motore potenziato e alcuni settaggi dell'elettronica. La CWM LCR Honda di Cal Crutchlow si è concentrata soprattutto sulla distribuzione dei pesi e sulla stabilitá in curva, mentre Stefan Bradl (NGM Forward Racing) ha girato ancora con il telaio di fine 2014, per dedicarsi alla nuova centralina Magneti Marelli. Caduta nel finale per Pol Espargaró, fortunatamente senza conseguenze per il pilota della Monster Yamaha Tech 3.


Suzuki e Aprilia - Prosegue incessante il lavoro delle due scuderie "esordienti", che hanno sfruttato in pieno anche questa seconda giornata per raccogliere dati preziosi in vista del debutto in Qatar. 111 i giri compiuti dal duo Suzuki, 97 quelli inanellati dalla casa italiana. Il Team giapponese sembra più avanti con i lavori, come dimostra lo splendido piazzamento di Aleix Espargaró (10°), che anche mercoledì era stato il migliore dei quattro. Bene anche l'adattamento di Alvaro Bautista con l'Aprilia del Team Gresini, mentre Marco Melandri pare più in difficoltà dopo queste prime 16 ore di prove.



Gli appuntamenti - Venerdì penultimo giorno di test a Sepang, l'ultimo con le gomme Bridgestone. Sabato, infatti, si monteranno gli pneumatici Michelin, fornitore unico a partire dal 2016. I test malesi sono protagonisti anche su Sky Sport MotoGP HD: fino al 6 febbraio appuntamento con "Race Anatomy" (ore 19), con approfondimenti, interviste e le immagini da Sepang.

Sky Racing Team VR46

Tutti i siti Sky