Caricamento in corso...
27 marzo 2015

Moto3, in Qatar una scivolata spezza il ritmo di Fenati

print-icon

VIDEO . Prosegue il lavoro dello Sky Racing Team VR46 nelle ultime prove libere a Losail: il pilota di Ascoli Piceno perde l'equilibrio ed è tredicesimo. Migno riduce il gap. L'inglese Danny Kent si attesta nuovamente davanti a tutti

Terzo turno di prove libere del Mondiale Moto3 al Losail International Circuit con alti e bassi per lo Sky Racing Team VR46. Negli ultimi 40 minuti di attività pre-qualifiche una scivolata spezza il ritmo di Romano Fenati, risalito fino alla tredicesima posizione proprio allo scadere. Da "rookie", continua a macinare chilometri Andrea Migno: altri 16 giri compiuti per trovare i giusti riferimenti del circuito qatariota.

Forcing finale per Fenati - Turno non facile per l'ascolano, classificatosi 5° ieri nella graduatoria dei tempi FP1-FP2. A 20 minuti dal termine una caduta senza conseguenze all'ingresso della veloce piega destrorsa della curva 15 ferma il suo momentum, ma nel finale conferma la sua caparbietà: 13° in 2'07.356, sotto al 2'07.377 conseguito ieri. "Le condizioni della pista non erano propriamente ottimali", ha ammesso Pietro Caprara, nuovo Crew Chief della KTM RC 250 GP #5 di Fenati. "Stiamo cercando di risolvere alcune problematiche riscontrate sull'anteriore, apportando una differente taratura della forcella. Romano ha girato per gran parte della sessione con gomme usate, trovando quei riscontri indispensabili per proseguire il lavoro in ottica gara".

Progressi ragionati per Andrea Migno - Prosegue con determinazione e massimo impegno, l'apprendistato di Andrea Migno. Altri 16 tornate compiute nel corso della FP3 ed il cronometro evidenzia incoraggianti progressi: seppur 29° in 2'09.032, il nuovo talento dello Sky Racing Team VR46, ha ridotto a 2"6 il gap dalla vetta. "Andrea ha bisogno di girare il più possibile", osserva Pablo Nieto ed aggiunge, "Losail è una pista difficile da imparare, si può migliorare soltanto con i riferimenti acquisiti seguendo piloti con più esperienza".

I tempi. Come già nella FP1 il britannico Danny Kent, passato alla Honda NSF250RW del Leopard Racing, stacca il miglior riferimento cronometrico in 2'06.413 lasciando a soli 86 millesimi il sorprendente compagno di squadra Hiroki Ono (al rientro nel Motomondiale dopo la breve parentesi del 2011 tra le 125cc), a 0"097 il portoghese Miguel Oliveira.
Nella top-10 conferme da parte di Niccolò Antonelli (7°) e Francesco Bagnaia (9°), traguardo sfiorato di un soffio da Andrea Locatelli (11°). Sabato, a partire dalle 16:00 ed in diretta esclusiva su Sky Sport MotoGP HD, il turno unico di qualifiche ufficiali.

Sky Racing Team VR46

Tutti i siti Sky