Caricamento in corso...
12 aprile 2015

Kent da record, "Loka" incollato. Moto3 da spettacolo

print-icon
fen

Romano Fenati ad Austin parte dalla settima fila

La terza pole della carriera ad Austin per Danny con nuovo record del tracciato, terzo crono per l'italiano Locatelli. Qualifiche tormentate per i due piloti dello Sky Racing Team VR46, chiamati perciò alla rimonta

Partenza alle 18:00 (in diretta esclusiva su Sky Sport MotoGP HD) per i protagonisti della Moto3™ al Circuit of the Americas di Austin. Il poleman Danny Kent con i favori del pronostico, mentre i piloti dello Sky Racing Team VR46 puntano a concretizzare una proverbiale rimonta con Fenati e Migno che scatteranno rispettivamente dalla settima e dall'ottava fila.


Danny Kent il grande favorito - Poleman, nuovo detentore del record sul giro del COTA, ma non solo. Per tutta la giornata del sabato il britannico oggi in forze al Leopard Racing è risultato imprendibile in termini prettamente velocistici e come costanza di rendimento sul passo gara. Trovatosi a meraviglia con la Honda NSF250RW dopo trascorsi in KTM (con brand Husqvarna lo scorso anno) ed una breve parentesi in Moto2™, Kent è stato finora il riferimento assoluto della 'entry class' ad Austin: con gomma morbida autore del nuovo primato della pista in 2'15"344, con mescola media tra i pochi in grado di infrangere a più riprese il muro del 2'17".



Supremazia Honda? Già in lizza per la vittoria in Qatar, Kent e gli altri "Hondisti" sono assecondati da una Honda NSF250RW ulteriormente sviluppata per la stagione 2015. La monocilindrica 250cc 4 tempi 'Made in HRC' setta nuovi standard della categoria con un (oggettivo) vantaggio motoristico, se non propriamente per quanto concerne le velocità massime dove KTM sembra reggere il confronto, bensì in fase di progressiva accelerazione. Uscire con un buon abbrivio dalle numerose ripartenze del Circuit of the Americas è una delle principali prerogative per star davanti su questo tracciato che si sposa alla perfezione con le peculiarità della Honda.

Gli avversari non stanno a guardare - Primo rivale di Kent in proiezione gara risponde al nome di Miguel Oliveira, l'unico sin dai test invernali che sembra adattarsi bene al nuovo telaio KTM 2015. Il portoghese, autore del secondo crono, a sua volta vanta un rimarchevole passo gara (diverse tornate sul 2'17" con gomma media), lasciando alla casa di Mattighofen qualche possibilità di spezzare l'egemonia Honda prima di ulteriori sviluppi previsti nel corso della stagione.

Speranze azzurre
- Lo 'squadrone Honda', oltre che sul poleman Kent, potrà contare su tre nostri portabandiera candidati ad una prestazione convincente nei 18 giri di gara. Per la prima volta in carriera Andrea Locatelli, Campione italiano 2013 alla sua seconda stagione nel Motomondiale, scatterà dalla prima fila grazie al terzo crono conseguito nelle qualifiche ufficiali. "Loka" ha preceduto di soli 11 millesimi Niccolò Antonelli (Honda Ongetta-Rivacold), mentre il proprio teammate Enea Bastianini, reduce dalla spettacolare gara di Losail, ha staccato l'ottavo tempo. Nei primi dieci non manca Francesco "Pecco" Bagnaia, confermatosi ad alti livelli dopo la brillante performance del primo round, autore del nono tempo con l'unica Mahindra presente nella top-10.



Lo Sky Racing Team VR46 punta alla rimonta. "Abbiamo fatto un piccolo step, ma non abbiamo avuto molta fortuna". Le parole di Pablo Nieto trovano conferma effettuando un'attenta analisi dell'andamento del sabato di prove dello Sky Racing Team VR46 ad Austin. Romano Fenati, fermato da un problema tecnico nei minuti decisivi delle qualifiche, per gran parte della sessione (ed ancor prima nella FP3 nonostante una scivolata) si è ritrovato in piena top-10 con riferimenti promettenti con gli pneumatici di mescola 'media'. L'ascolano dovrà azzeccare una buona partenza per recuperare terreno, missione certamente non facile dovendo scattare dalla diciannovesima casella. Una fila più dietro prenderà il via dalla ventiduesima piazza Andrea Migno, in crescendo per tutto l'arco del fine settimana su un tracciato non semplice da imparare per un rookie motivato a far più esperienza possibile nei 18 giri di gara.

Sky Racing Team VR46

Tutti i siti Sky