Caricamento in corso...
18 aprile 2015

Pole Oliveira la risposta a Kent. Fenati parte in terza fila

print-icon
mig

Andrea Migno, 14° nelle qualifiche del sabato

MOTO3. Colpo di scena allo scadere delle qualifiche ufficiali a Rio Hondo: per 5 centesimi Miguel Oliveira soffia la pole al capoclassifica di campionato Kent , Antonelli completa la prima fila. OK per lo Sky Racing Team VR46 con Fenati 8° e Migno 14°

Quando tutto sembrava portare verso la seconda pole consecutiva del capoclassifica di campionato, Danny Kent, proprio allo scadere del turno unico di qualifiche ufficiali a Termas de Rio Hondo, invece, il portoghese Miguel Oliveira, ai comandi della KTM RC 250 GP ufficialmente schierata dal Red Bull KTM Ajo Factory Team, in 1'48"461 si è assicurato la seconda pole della carriera dopo Assen 2013. Soltanto 50 millesimi meglio rispetto al britannico del Leopard Racing. In prima fila conferma di Niccolò Antonelli, 3°,  accusando un gap di 204 millesimi dalla pole a precedere nell'ordine Efren Vazquez (Honda), Isaac Vinales (Husqvarna) e Karel Hanika (KTM).

Fenati e Migno, qualifiche positive - Convincente prestazione di squadra dello Sky Racing Team VR46 con entrambi i piloti: Romano Fenati ottavo, Andrea Migno quattordicesimo. "Inizialmente dovevamo scegliere con quali gomme affrontare la gara, soltanto nel finale abbiamo dato il massimo per il tempo sul giro", ha ammesso Romano Fenati che scatterà dalla terza fila. "Peccato per il traffico, ma va bene così, domani partiamo già più avanti rispetto alle ultime gare". Soddisfatto anche Andrea Migno, alla miglior qualifica con lo Sky Racing Team VR46: 14° all'esordio sul tracciato argentino seppur febbricitante. "Qui stiamo andando abbastanza bene, penso che domani possiamo divertirci", il commento del pilota romagnolo, atteso al via dalla quinta fila.

Gli altri italiani - Nella top-10 spazio anche per Enea Bastianini (10°), a seguire Francesco Bagnaia è 18°, Matteo Ferrari 25°, Stefano Manzi 26°, turno di qualifiche problematico per Andrea Locatelli (29°) e Alessandro Tonucci (31°).
Domenica alle 17:00 il via della gara in diretta esclusiva su Sky Sport MotoGP H


L'ultima sessione di libere -  Danny Kent imprendibile. Vincitore ad Austin, il britannico del Leopard Racing si era confermato al vertice anche nelle ultime prove libere in Argentina. Già autore venerdì del nuovo primato della pista in 1'49"154, con la Honda NSF250RW #52 il capoclassifica di campionato era  stato autore di un conclusivo 'run' con gomma di mescola media da rimarcare: 1'49"330, 1'48"995 fino al riferimento di 1'48"854, record della 'entry class' a Rio Hondo.

Conferme e tanto lavoro al box Sky Racing Team VR46 - Decimo venerdì nella FP2, Romano Fenati era già migliorato nella FP3 staccando il settimo crono nonostante un ultimo giro parzialmente compromesso dal traffico di piloti più lenti davanti a sé. "Sulla KTM di Fenati abbiamo provato una taratura completamente diversa, nello specifico adottando una molla con meno precarica", aveva spiegato Pablo Nieto, Team Manager dello Sky Racing Team VR46, parole che trovano conferme dal diretto interessato. "Con le ultime modifiche ho tolto subito 1/2 secondo rispetto a ieri: sto cominciando a divertirmi in sella", aveva ammesso Fenati. Buon turno anche per Andrea Migno: seppur febbricitante per una sindrome influenzale, il romagnolo aveva conseguito il 15° crono sul passo dell'1'50 per la soddisfazione del suo capotecnico

Tanti protagonisti in vista delle qualifiche -  A 3/10 dal recordman Kent, in seconda posizione si attestava il suo compagno di squadra Efren Vazquez a precedere nell'ordine Miguel Oliveira (KTM), un sempre convincente Fabio Quartararo e John McPhee. Nella top-10 figurava anche Niccolò Antonelli (10°), non Enea Bastianini (12°) con Francesco Bagnaia 20°, Matteo Ferrari 23°, Alessandro Tonucci 28°, Andrea Locatelli 29° (scivolato senza conseguenze) mentre Stefano Manzi era 30°.

Sky Racing Team VR46

Tutti i siti Sky