Caricamento in corso...
13 giugno 2015

Sky Racing Team VR46 verso la gara: "Possiamo giocarcela"

print-icon
pri

Romano Fenati nelel qualifiche del Gp di Catalogna

Dalla quinta fila Romano Fenati punta ad una delle sue proverbiali rimonte in gara domenica a Montmeló. Feeling ancora da trovare per Andrea Migno

Più del tredicesimo riferimento cronometrico conseguito nelle qualifiche ufficiali che gli è valso un posto in quinta fila, la giornata di Romano Fenati al Circuit de Barcelona-Catalunya è da analizzare con dovizia di particolari. Con gomme usate, specie nel corso della FP3, l'ascolano si è espresso ad alti livelli ribadendo il potenziale velocistico evidenziato nell'ultimo periodo. Di fatto è mancata soltanto la 'zampata' in qualifica, per ragioni pienamente comprensibili. "Il traffico degli ultimi minuti è stata una variabile importante di questa classifica", ha spiegato Fenati, costretto ad abortire un giro veloce dopo un 'casco rosso' di 3 decimi al T1 incontrando un pilota più lento in piena traiettoria. "I tempi sono lontani rispetto a quelli che avremmo potuto raggiungere, anche perché abbiamo un buon passo e questo è un aspetto fondamentale in ottica gara. Partiamo un po' indietro, ma siamo sicuri di potercela giocare".



Andrea Migno ed un T4 da sistemare - Maturati progressi rispetto ai primi turni di prove, il pilota romagnolo dello Sky Racing Team VR46 ha spiccato il ventunesimo crono nelle qualifiche ufficiali che lo colloca in settima fila nello schieramento di partenza. Per centrare il proprio target di riferimento rappresentato dalla zona punti, 'Mig' e lo staff tecnico al seguito della KTM #16 hanno già individuato le aree dove migliorare. "Purtroppo continuo ad avere dei problemi nelle ultime due curve della pista", ammette l'originario di Saludecio, dal T4 problematico rispetto a buoni tempi nei primi settori. "Non abbiamo ancora trovato una soluzione nella messa a punto, ma lavoreremo fino all’ultimo per arrivare alla gara nelle migliori condizioni".



Nieto: "Sarà una gara complessa" - L'esperienza del Team Manager Pablo Nieto porta ad un bilancio ragionato ed equilibrato su quanto accaduto oggi a Montmelò. "È stata una qualifica un po' strana, ma tipica della Moto3. Come spesso accade,  tutti i piloti hanno aspettato sulla pista negli ultimi 10 minuti. Ad ogni modo possiamo ritenerci soddisfatti perché Romano ha lavorato bene e ha un bel passo, nonostante la posizione di oggi in classifica. Domani sarà una gara complessa, ma credo che abbiamo le carte in regola per stare lì". Con Fenati l'obiettivo pertanto è di rientrare nel gruppo che conta, mentre con Migno l'intento è di crescere ancora. "Riconosco i miglioramenti di Andrea in questo weekend e sono convinto che anche stavolta potrà lottare per stare tra i primi 15. Oggi ha avuto ancora delle difficoltà, ma sono fiducioso per domani", ha concluso Nieto, da pilota sul podio a Barcellona nel 2004, classe 125cc.



Gli attesi protagonisti - Le premesse sono tutte per la consueta gara 'di gruppo' aperta a più candidati alla vittoria, ma l'analisi dei tempi offerta dai turni di prove offre l'opportunità di schiarirsi le idee sugli effettivi valori in campo. Oltre al potenziale prettamente velocistico espresso con la conquista della pole position, Enea Bastianini vanta una rimarchevole costanza di rendimento anche sul 'passo' con una serie di tornate consecutive sull'1'51". Il riminese dovrà vedersela principalmente con il capoclassifica di campionato Danny Kent, tempi alla mano il vero riferimento sul ritmo-gara riuscendo, nel corso della terza sessione di libere, a viaggiare sull'1'51" basso con gomme già con quasi 20 giri a referto. Chiaramente nella corsa per il podio non si può escludere il recente vincitore al Mugello Miguel Oliveira, dal rendimento in crescita per tutto l'arco del weekend, più una vasta schiera di potenziali outsider: la coppia Honda Monlau formata da Jorge Navarro (scatterà per la seconda volta quest'anno dalla seconda fila) e Fabio Quartararo (7° in griglia), un 'veterano' della categoria come Efren Vazquez più il nostro Niccolò Antonelli, determinato come non mai a concretizzare il primo podio in carriera nel Motomondiale.

La gara in diretta TV su Sky Sport MotoGP HD e "Race Control" - Parallelamente alla diretta esclusiva della gara a partire dalle 11:00 su Sky Sport MotoGP HD, da questo weekend sarà possibile seguire istante dopo istante le prestazioni dei piloti attraverso il

Sky Racing Team VR46

Tutti i siti Sky