Caricamento in corso...
11 ottobre 2015

Emorragia intercranica dopo l'incidente: De Angelis resta in terapia intensiva

print-icon

VIDEO. La tac effettuata il giorno dopo lo schianto nelle libere di Motegi, ha evidenziato un versamento dovuto al trauma cranico. Il pilota sanmarinese rimane in ospedale a Dokkyo in Giappone. Esclusi danni alla spina dorsale

Dopo lo spaventoso incidente di Motegi, Alex De Angelis resta in terapia intensiva all'ospedale di Dokkyo. Il Dottor Zasa, direttore della clinica mobile della MotoGP ha parlato delle sue condizioni: "Ha avuto un'emorragia intercranica, questo può succedere quando subisci un trauma cranico. E' possibile che ci siano versamenti che si svuluppano nel giro di 12 o 24 ore". 

Bisogna aspettare per decidere come procedere -  "Adesso bisogna verificare l'entità di questa emorragia e decidere con i neurochirurghi se come procedere - prosegue il dottor Zasa - non è detto che si debba intervenire chirurgicamente. Più tardi il pilota sarà nuovamente visitato e a quel punto potremo dirvi di più".

Al momento esclusi danni al midollo spinale - "In questo momento De Angelis è sedato per alleviare il dolore e non è stato intubato. Per quanto riguarda il midollo spinale, apparentemente posso dirvi che non ci sono problemi avrà bisogno di un paio di mesi di ricovero per la frattura alle vertebre. Quando è arrivato in ospedale era confuso ma ha riconosciuto me e il resto del team. La sera era completamente sveglio, si lamentava del dolore ma ricordava tutto quanto eccetto l'incidente".

Sky Racing Team VR46

Tutti i siti Sky