Caricamento in corso...
18 ottobre 2015

Vale alza la voce: "Dobbiamo gestire meglio le qualifiche"

print-icon
Get

Quarto in Australia, Valentino Rossi deve difendere la vetta dagli attacchi di Lorenzo, distante 11 punti (Foto Getty)

"Sarà importante partire bene da venerdì", sottolinea Valentino, che ha già in testa il GP di Sepang, penultimo appuntamento della stagione, "Non dobbiamo ripetere i tanti errori commessi questo weekend"

Pur riuscendo a recuperare posizioni già alla partenza (dalla settima alla quarta nell'arco di due giri), Valentino Rossi a Phillip Island è stato costretto a correre una gara in difesa, mentre Jorge Lorenzo era imprendibile. In particolare, è mancata la zampata che altre volte gli aveva fatto riscattare una cattiva qualifica. "Lorenzo e Marquez si confermano i problemi principali. Iannone, che mi ha sorpassato nel finale, si sa che è forte nei duelli corpo a corpo" spiega Valentino, "Peccato non essere salito sul podio e aver perso punti su Lorenzo. Purtroppo avevo uno svantaggio troppo alto sul rettilineo". "La qualifica ha inciso molto nell'esito della gara. Ne ho parlato con il team e ci siamo divisi le colpe: non abbiamo lavorato bene e abbiamo perso tutto il sabato su soluzioni che non hanno funzionato", aggiunge l'azzurro della Yamaha.

 

Al termine del Mondiale mancano due gare, Sepang e a Valencia: Lorenzo è in agguato, con 11 punti di distanza. "Più che recriminare" conclude il leader della classifica, "Ora conviene guardare avanti: c'è subito la Malesia, altra tappa importantissima. E stavolta speriamo di essere veloci dalle prime uscite".

Sky Racing Team VR46

Tutti i siti Sky