Caricamento in corso...
06 febbraio 2016

Come cambia la MotoGP: spazio a un nuovo organismo giudicante

print-icon

L'ANALISI. Il Motomondiale 2016 è alle porte, ma il finale della scorsa stagione ha imposto alcuni significativi cambiamenti ufficializzati solo adesso dalla Federazione Motociclistica Internazionale

di Guido Meda

Quello che Sky aveva anticipato una settimana fa ora è la realtà, stampata nero su bianco in un documento emanato dalla Federazione Motociclistica Internazionale. I fatti che hanno stravolto il finale dello scorsa stagione hanno prodotto una profonda riflessione sugli strumenti di giudizio del Motomondiale, che si è così dotato di un nuovo organismo.

 

L'esclusione della Dorna - La Direzione gara, tanto criticata dopo la retrocessione di Rossi all'ultimo posto della griglia di Valencia, rimane al proprio posto, con gli stessi membri, ma viene affiancata da un nuovo organismo e privata di una delle sue funzioni. Quella cruciale di valutare incidenti e scorrettezze e di comminare le relative sanzioni. Il nuovo panel che giudicherà è composto dal Direttore di gara affiancato da due giudici federali, superpartes, e che per garantire neutralità verranno ruotati per tutta la stagione scegliendoli di gara in gara da una rosa di otto selezionati.

La Dorna, che era stata accusata di avere interessi commerciali nell'aggiudicazione del titolo ad un pilota spagnolo, si è chiamata fuori dal nuovo organismo di giudizio per evitare ulteriori sospetti fastidiosi e non fondati. La tradizionale direzione gara si occuperà a questo punto solo di garantire il regolare svolgimento delle procedure dell'evento.

 

Nuovi obblighi anche per i piloti, che potranno ricevere sanzioni sportive oltreche pecuniarie nel caso in cui non parteciperanno alle conferenze e agli eventi promozionali previsti dal campionato. E' stata poi specificata la facoltà del direttore tecnico del campionato di eseguire ispezioni sulla nuova elettronica e sulla pressione delle gomme. 

Sky Racing Team VR46

Tutti i siti Sky