Caricamento in corso...
31 marzo 2016

Rossi: "Devo fare di più". Lorenzo: "Ci sono tante incognite"

print-icon

Nella conferenza dei piloti che apre il weekend del Gp d'Argentina, Rossi vuole riscattarsi dopo il quarto posto in Qatar: "Devo migliorare presto". Il suo compagno di squadra preoccupato dal tracciato: "E' divertente ma dovremo capire subito le regolazioni". Marquez: "Ho buone sensazioni"

Comincia ufficialmente con la conferenza stampa dei piloti il Gp d'Argentina. Jorge Lorenzo è a caccia di conferme dopo la vittoria in Qatar sul circuito di termas de Rio Hondo: "Non avrei potuto iniziare meglio, credo che abbiamo sciolto parecchi dubbi sull'elettronica e sulle gomme, siamo riusciti a essere costanti per tutto il GP. Abbiamo capito che possiamo concludere la gara in buone condizioni, attenzione però perché questa è una pista differente, anche per l'asfalto - ha spiegato - In Qatar avevamo già svolto dei test, qui non avremo lo stesso vantaggio e dunque si dovrà essere svelti a capire elettronica, gomme regolazioni, tutto. Il tracciato è divertente, anche se nel 2014 e nel 2015 non mi è andata molto bene". Lo spagnolo non si sbilancia sul rinnovo di contratto: "Non voglio dire niente".

Il compagno di squadra e vice campione del mondo, Valentino Rossi, invece, deve migliorare il quarto posto ottenuto nello scorso GP. "Sono contento per essere stato nel gruppo di testa - ha detto il pesarese - Purtroppo però ho perso il podio. Dobbiamo lavorare per essere più competitivi, inoltre la scelta delle gomme ora è più aperta, dobbiamo concentrarci e fare la scelta giusta per il GP. Gli avversari sono forti, a volte non basta essere veloci. Il rinnovo firmato con la Yamaha? Sono contento, dovrò impegnarmi molto per restare al vertice ma sono contento perché ora posso pensare solo alle gare, a cominciare da questo fine settimana. La scelta delle gomme è molto importante".

"Fischi e buu non mi piacciono nel calcio e non mi piacciono nella MotoGp, a maggior  ragione se sono contro di me. So che sarà una consuetudine in questa stagione, dovremo adattarci". Lo spagnolo Marc Marquez torna così sulla contestazione subita durante la premiazione nel Gp del Qatar da parte di alcuni tifosi. Tornando sulla gara dello scorso anno in Argentina, con il testa a  testa per il primo posto con Rossi e la caduta, il pilota della Honda chiarisce di non avere motivi per avercela con il campione di Tavullia: "Avevo commesso un errore optando per le posteriori morbide, avevo delle bolle sugli pneumatici e perdevo molto tempo, forse mi sarei dovuto accontentare del secondo posto invece ho provato a combattere con lui che era più veloce, ho fatto un errore di gara".

Marquez passa poi a parlare della gara che impegnerà i piloti della MotoGp sul circuito di Termas de Rio Hondo nel weekend: "Non vedo l'ora di ricominciare a correre per confermare le buone sensazioni avute in Qatar e testare il passo gara".

Sky Racing Team VR46

Tutti i siti Sky