Caricamento in corso...
14 luglio 2016

Sachsenring, nuova gomma. Iannone: Ottima opzione

print-icon
gom

Michelin porta in Germania un'inedita gomma asimmetrica anteriore (Foto Twitter @Ruben_DXT)

La Michelin porta in Germania, al Sachsenring, la nuova gomma asimmetrica anteriore. Testata a Valencia, serve a sopportare lo stress delle tante curve a sinistra. I piloti ne hanno parlato in conferenza stampa. Lorenzo: "Vedremo nelle prove". Iannone (Ducati): "E' un'ottima opzione". Domenica occhio a Marquez: qui è imbattuto dal 2010

Dopo due settimane, torna la MotoGP. Si riparte dal Sachsenring e dal Gran Premio di Germania, con il leader della classifica, Marc Marquez, che dovrà tenere a distanza le Yamaha di Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, rispettivamente secondo e terzo. I due spagnoli sono stati tra i protagonisti di un'affollata conferenza stampa alla quale hanno partecipato ben 7 piloti. Tra questi il "padrone di casa" Bradl e il campione in carica della Moto2, Zarco. Da qui comincia il nono appuntamento della stagione.

La gomma asimmetrica
- Tema dominante la nuova gomma asimmetrica anteriore portata in Germanaia da Michelin (già usata per la posteriore). Della soluzione, che prevede una spalla sinistra rinforzata per sopportare lo stress delle lunghe curve sullo stesso lato, i piloti hanno discusso proprio durante la conferenza stampa. Lorenzo vuole aspettare le prime libere prima di un giudizio, mentre il ducatista Iannone è stato più esplicito. "E' un'ottima opzione", ha detto l'abruzzese. La gomma è stata testata a Valencia, dove però le condizioni meteo sono ben diverse da quelle del Sachsenring.

Marc Marquez (Honda)
- "Questo è sempre stato un circuito positivo per me. Fin da quando correvo nella 125, qui mi sono sentito alla grande. Vedremo stavolta, ma ogni anno un punto interrogativo sono le previsioni meteo. Fa freddo ora e per domenica il tempo appare variabile. Qui la Honda funziona bene. Anche se non abbiamo molta accelerazione, dobbiamo verificare come va con la nuova elettroinica, con le gomme Michelin e il nuovo mortore. Dobbiamo partire bene e arrivare a lottare per le prime tre posizoni. Le ultime due gare forse non sono stare tra le mie migliori, però i nostri principali avversari hanno fatto errori e perso punti. E' anche vero che siamo a metà campionato e dobbiamo continuare su quetsa strada. I piloti Yamaha sono forti su ogni pista, io devo continuare a spingere. Come mai vado forte qui? Non lo so, forse questa pista mi ricorda un po' un kartodromo dove ci allenavamo da piccoli con le supermoto. Mi trovo bene con le curve a sinistare e qui ce ne sono".

Jorge Lorenzo (Yamaha)
-"Sarà un weekend importante, abbbaimo perso punti e sarebbe importante chiudere sul podio. Vediamo il meteo, vediamo il feeeling con la nuova elettroinica e le Michelin. Ho recuperato in tre occasioni lo scorso anno in classifica, ce l'ho sempre fatta. In questo campionato abbiamo commesso diversi errori, ma la Honda fatica a volte e abbiamo possibilità. L'obiettivo per domencia è andare sul podio se non potremo lottare per la vittoria. Ci sono alcune piste dove arrivi e sei subito competitivo, altre dove invece fatichi. E per me il Sachsenring è una di queste. In MotoGP ho migliorato un po' le mie prestazioni su questa pista, vedremo...".

Andrea Iannone (Ducati) - "Quello di Assen è stato un weekend strano per noi e per tutti. Un meteo pazzo e un difficile weekend con tante cadute. Per fortuna io sono riuscitio a ripartire, anche se dall'ultima posizione. La gara del Sachsenring in passato è stata molto difficile per noi. E' una pista che per Ducati è problematica, però faremo del nostro meglio anche perché la moto è migliorata e mi aspetto qualcosa di più. Le vacanze ufficiali? La pausa è sempre importante per ricaricare le batterie. Al momento non so cosa farò".

Stefan Bradl (Aprilia) - "Lo scorso anno ho saltato la gara qui, ora non vedo l'ora di correre davanti ai tifosi di casa. Guardo al gp con ottimismo perché la moto sta andando bene. Dal Qatar in poi abbiamo messo da parte un po' di punti. E' stato un campionato spesso pazzo finora, ma bisogna essere sempre lì e farsi trovare pronti. In passato ho fatto errori, ma per questo anche esperienza. La nostra moto non è pronta per il podio, d'altra parte l'importante è svilupparla e farla progredire. Quindi l'obiettivo è fare punti. Il futuro? Non è ancora chiaro, sto discutendo con il team, vedremo cosa accadrà nei prossimi giorni. Ora devo concentrami sul gp di casa, poi cercherò di sistemare il mio futuro, magari prima del GP d'Austria. Restare in MotoGP? Certo, vorrei rimanere. Però ci sono cose da sistemare e sto pensando a tutto per arrivare a prendere la decisione giusta. Vedremo se la decisione arriverà prima della prossima gara".

Jack Miller (Honda) - "E' stato bellissimo vincere ad Assen, sono state tre settimane belle dopo quel successo. Ma mi sono anche rilassato con la famiglia, oltre ad allenarmi. In Australia molti tifosi aspettavano una vittoria così. E' stato bello per tutti dopo una stagione difficile come la precedente. Poi, all'inizio di questa, c'è stato anche il problema alla gamba. Stiamo diventando sempre più forti e senza alcune cadute sarebbe andata anche meglio. Qui in Germania ho inziato la mia carriera nel 2011: pista speciale, difficile e le curve a sinistra mi aiuteranno anche considerando le mie condizioni fisiche non al top. Mi aspetto di andare a punti e, meteo permettendo, potrei riprovarci. Top ten, perché no".

Scott Redding (Pramac Ducati) - "La stagione è stata abbastanza buona, sapevamo che saremmo migliorati. Nelle prove di Assen sentivamo di essere competitivi e le cose poi sono andate bene. Qui non ho mai avuto grande fortuna, tanto stavolta dipenderà se la pista sarà asciutta o bagnata. Stare tra i primi sei al traguardo sarebbe fantastico. Sono più fiduciooso e rilassato dopo Assen. Il team mi supporta sempre, è convinto del mio valore. Al contrario sarebbe stata dura. Alla Ducati sento la loro fiducia e io ho fiducia in loro. E' importante".

Johann Zarco (campione Moto2) - "Il contratto per la MotoGP? Correre il prossimo anno con la Tech3 Yamaha mi rende felicissimo. Spero di poter fare il miglior lavoro possibile e di fare un buon primo anno, ottenendo così risultati. Finora una stagione con persone al mio fianco che hanno sempre lavorato per il mio futuro. Questo mi ha permesso di non avere preoccupazioni. Conoscere il mio futuro eviterà pressioni d'ora in poi. In Moto2 mi diverto tanto e ora probabilmente mi divertirò ancora di più. A giugno ho provato una MotoGP e questo mi dà più motivazioni. Sono in testa alla classifica con Alex (Rins, ndr) in un campionato bello e combattuto. Il fatto che siamo appaiati in classifica a metà stagione è come una ripartenza. Ma in realtà serve costanza e quindi servono vittorie. Dal Mugello fino ad Assen mi sono sempre sentito bene. Mi devo godere questo momento. Lo scorso anno un buon tempo sul giro qui in Germania, poi in gara non ero il più forte. Mi paicerebbe vincere al Sachsenring, capirne bene le traiettorie. Qui non ho mai chiuso al primo posto non l'ho mai ottenuto".

Sky Racing Team VR46

Tutti i siti Sky