Caricamento in corso...
11 agosto 2016

Austria, Marquez: "Pista più sicura? Vedremo..."

print-icon

Il n.1 della classifica verso la prima uscita sul Red Bull Ring: "Dovremo adattare al meglio assetto ed elettronica per salire sul podio". Vale: "5 gare in 6 settimane, parte la rincorsa"

Marc Marquez, leader del Mondiale davanti a Lorenzo e Rossi, è pronto a scoprire le insidie del Red Bull Ring, sede della decima tappa del Motomondiale. "Abbiamo migliorato la sicurezza alla curva 10, ma per capire come andrà dovremo aspettare le prove e, soprattutto, la gara", sottolinea il pilota della Honda. La larghezza della curva 10 è stata ridotta da 13 a 10 metri per abbassare la velocità di percorrenza ed aumentare l'ampiezza della via di fuga. "Vedremo come sarà questo circuito, dovremo adattare al meglio assetto ed elettronica per cercare di salire sul podio" aggiunge Marquez.

Lorenzo: "Mondiale? se Marquez 4° e io vinco..." - Marquez dovrà tenere lontano Lorenzo, distante 48 punti in classifica: "Ho avuto delle difficoltà negli ultimi Gran Premi ma questo è lo sport, è la vita e bisogna accettarlo", ammette Jorge, "Di fronte alle difficoltà bisogna lavorare ancora di più rispetto a quando sei al top per reagire e tornare più forte. Se Marquez chiude quarto o quinto e io vinco o arrivo secondo, il campionato si riapre". Sul fronte sicurezza: "Ci sono stati alcuni cambiamenti all'ultima curva, eravamo un po' preoccupati, sono stati ristretti un paio di metri e questo permetterà alle moto di essere più distanti dai muri. Vedremo se per il futuro sarà possibile migliorare altri 3-4 punti non ideali, tutti insieme sono sicuro che miglioreremo questo tracciato".

 

Rossi: "5 gare in 6 settimane, parte la rincorsa" - Da Lorenzo a Rossi, suo compagno di scuderia, terzo in classifica a 59 punti da Marquez: "Cinque gare in sei settimane. Da qui ad Aragon sarà una lunga rincorsa verso il titolo. E questo mi piace perchè le soste troppo prolungate non vanno bene. Dobbiamo concentrarci per dare il massimo ed essere costanti, salire sul podio ed aumentare il bottino di punti". Valentino è l'unico pilota MotoGP ancora in attività ad aver già corso su quello che oggi si chiama Red Bull Ring: "Il tracciato è lo stesso di quando gareggiavo 20 anni fa. L'asfalto naturalmente è cambiato, questo ha un bel grip. E' una pista interessante, diversa da tutte le altre perchè si cammina per lunghi tratti con il gas al massimo".

MOTOMONDIALE 2016, TUTTI I VIDEO

Sky Racing Team VR46

Tutti i siti Sky