Caricamento in corso...
23 settembre 2016

Iannone dolorante: "Salterò anche questa gara"

print-icon

Il pilota della Ducati accusa ancora dolori e comunica di non poter correre ad Aragon: "Mi dispiace molto rinunciare a questo weekend, pensavo che saremmo stati abbastanza competitivi, purtroppo è l’unica soluzione secondo me possibile"

Andrea Iannone non correrà il gran premio di Aragon. Il pilota della Ducati ha gettato la spugna,
dopo aver partecipato alle prime libere, a causa del dolore provocatogli dalla microfrattura della terza vertebra dorsale, conseguenza della caduta nelle libere a Misano. Incidente che lo aveva già ha costretto a rinunciare alla gara sammarinese. Lo ha annunciato la Ducati su Twitter, aggiungendo che il sostituto
sarà Michele Pirro.

"Decisione non facile" - E' un Andrea Iannone sconsolato quello che parla al termine delle prove libere di Aragon, comunicando che rinuncerà al weekend della Moto GP: "Salterò anche questa gara purtroppo, non è stata una decisione facile", ha spiegato il pilota della Ducati.
"Mi dispiace molto rinunciare a questo weekend, pensavo che saremmo stati abbastanza competitivi anche perché siamo stati molto molto veloci - continua Iannone ai microfoni di Sky - "purtroppo è l’unica soluzione secondo me possibile, la più positiva per il futuro e per le prossime gare che ci aspettano".

No agli antidolorifici - Iannone ha scelto di ritirarsi nel momento in cui gli è stato spiegato che sotto anti-dolorifici è inevitabile la perdità di sensibilità: "Andiamo a 340 km all’ora e mi piace essere cosciente di tutto quel che accade; non mi piacerebbe rischiare di trovarmi un’altra volta per terra".

Tempi di recupero - "Mi sono reso conto dopo mezz’ora che il collo è bloccato, voglio recuperare al cento per cento sapendo che la frattura è completamente risaldata. In teoria da Misano sarebbero 25 giorni di riposo, mancano ancora 10 giorni ma cercherò di accelerare".

 

Sky Racing Team VR46

Tutti i siti Sky