Caricamento in corso...
09 aprile 2017

MotoGP, GP di Argentina: vince Vinales, Rossi 2°

print-icon

A Termas de Rio Hondo lo spagnolo conquista la sua seconda vittoria consecutiva. Grande rimonta di Valentino: parte 7° e finisce sul podio. Terzo Crutchlow. Cadono Marquez, Lorenzo, Dovizioso e Pedrosa. In Moto2 secondo successo di fila di Morbidelli, anche Mir concede il bis in Moto3

CLICCA QUI PER RIVIVERE LE EMOZIONI DELLA GARA

L'EDITORIALE DI GUIDO MEDA

di Chiara Cossalter e Ivano Pasqualino

In Argentina Vinales concede il bis. Lo spagnolo della Yamaha, dopo la vittoria in Qatar, vince anche a Termas de Rio Hondo. Alle sue spalle un Rossi che festeggia al meglio la sua gara numero 350: Valentino parte dalla 7° posizione e rimonta fino al 2° posto. Terzo Crutchlow. La gara è stata condizionata da tante cadute "eccellenti": finiscono a terra Marquez, Lorenzo, Dovizioso e Pedrosa. La Yamaha ritrova la doppietta primo-secondo che le mancava da Le Mans 2016 con Lorenzo e Rossi. In Moto2 secondo successo di Morbidelli e in Moto3 un altro bis, quello di Mir

Le curiosità

Non accadeva dal 1992 che, nelle tre classi, gli stessi piloti conquistassero il successo nei primi due GP. Allora furono in 125 Waldmann, in 250 Cadalora e in 500 Doohan. I Gran Premi erano quelli di Giappone e Australia.
Vinales festeggia la terza vittoria in MotoGP, la diciannovesima nel Motomondiale. Lo spagnolo conquista anche il giro veloce per la terza volta che ci riesce in MotoGP, dopo Catalogna e Gran Bretagna 2016. Con 19 vittorie nel Motomondiale, inoltre, eguaglia inoltre Carlos Lavado, Gary Hocking e Ricardo Tormo. Prima della gara odierna non aveva ottenuto grandi risultati in Argentina, non riuscendo ad andare oltre il decimo posto nel 2015 in MotoGP.
Alla sua gara numero 350, Rossi ottiene il suo podio numero 223 (di cui 187 nella top class).
Al quarto GP di Argentina in MotoGP, la Yamaha ottiene la sua seconda vittoria e pareggia i conti con i due successi della Honda. Il team ritrova la doppietta primo-secondo che le mancava da Le Mans 2016.
Crutchlow sale a quota 13 podi, il secondo in Argentina dopo quello ottenuto nel 2015, quando fu sempre 3°.
Finisce a terra Marquez: per la seconda volta, dopo il 2015, in Argentina si ritira dopo essere partito dalla pole. Niente da fare anche per Lorenzo, al secondo ritiro consecutivo in Argentina. Non gli capitava di ritirarsi dal GP del Giappone 2016.

Moto2, il bis da urlo di Morbidelli

La Moto2 si tinge sempre di più d'azzurro. Non solo perché ci sono 4 italiani nei primi 10 in Argentina. Ma soprattutto perché in cima al podio c'è Franco Morbidelli, che vince la seconda gara consecutiva dopo il successo in Qatar. Morbidelli è stato protagonista di un esaltante duello con Alex Marquez, ma proprio all'ultimo giro il fratello del campione del mondo Marc Marquez cade e lascia la strada spianata a Morbidelli verso la vittoria. Secondo posto per Oliveira, terzo Luthi. Per Morbidelli è il podio numero 11, sono dieci negli ultimi undici GP corsi, di cui sette consecutivi. Non solo: Morbidelli diventa il primo italiano nella storia della Moto2 a vincere due gare di fila. Un italiano non vinceva due gare consecutive nel Motomondiale da Fenati nei GP di Argentina e Spagna 2014 in Moto3.

Moto3, secondo successo di Mir

La Moto3 sembra avere già trovato l'uomo da battere in questa stagione. Dopo il successo in Qatar, lo spagnolo Joan Mir vince anche in Argentina, chiudendo in 38:33.377. Secondo McPhee (+0.261) e terzo Martin (+0.339). Quarto Oettl a +0.641, Migno è il migliore degli italiani con il quinto posto. Il pilota dello Sky Racing Team VR46 chiude con un ritardo di +0.890 rispetto a Mir. Giro veloce per Fenati (7°), il nono giro veloce in Moto3. Dopo la vittoria di Fenati nel 2014 su KTM, la Honda ottiene la terza vittoria consecutiva in Moto3 in Argentina. Male gli altri italiani Bulega, pur partendo dalla seconda posizione, chiude al 13° posto e, in seguito a una penalizzazione di due secondi, scala addirittura al 16° posto. Arbolino 14°. Antonelli e Di Giannantonio out. Così come in Qatar, il podio non vede alcun pilota italiano: prima di queste due gare, un podio senza azzurri non si vedeva proprio da Argentina 2016.

MotoGP, tutti i video

Sky Racing Team VR46

MotoGP 2017, tutti i video

Tutti i siti Sky