Caricamento in corso...
19 ottobre 2016

In Australia lo Sky Racing Team VR46 con fiducia

print-icon
bul

Dal Giappone all'Australia prosegue il trittico dello Sky Racing Team VR46

MOTO3. Dopo lo slancio di Motegi, prosegue il trittico extra-europeo con la scuderia di Sky che punta in alto a Phillip Island con Andrea Migno, Nicolò Bulega e Lorenzo Dalla Porta

Con lo slancio del weekend positivo vissuto al Twin Ring Motegi, prosegue il 'trittico' extra-europeo per lo Sky Racing Team VR46 con i giusti presupposti in vista di Phillip Island. In Australia Andrea Migno, Nicolò Bulega (all'esordio su questo tracciato) e Lorenzo Dalla Porta puntano ad attestarsi nelle posizioni che contano del Mondiale Moto3, facendo affidamento sulle potenzialità di tutta la squadra.

 

Il Circuito - Tra i circuiti più affascinanti e adrenalinici del calendario, il Phillip Island Grand Prix Circuit dal 1997 è sede ospitante del Gran Premio d'Australia dopo la breve parentesi del biennio 1989-1990. Situato nell'arcipelago alla confluenza delle tre correnti oceaniche, Phillip Island combina nei suoi 4.448 metri alcuni settori caratteristici tra curvoni veloci, staccate impegnative e variazioni di pendenza, il tutto ad una velocità media sul giro elevatissima per la classe Moto3: 160 km/h.

 

Migno: "In Australia per fare bene" - Con un legittimo rammarico per l'epilogo della gara di Motegi dopo la prima pole in carriera conquistata sabato, Andrea Migno farà di tutto per confermarsi nelle posizioni di vertice del Mondiale Moto3 in Australia, coadiuvato dai suoi trascorsi agonistici al Phillip Island Grand Prix Circuit. Diciassettesimo nel 2014, lo scorso anno si ritrovò costretto alla resa nelle prime fasi di gara. "Arrivo in Australia motivato e carico a fare bene", afferma il ventenne saludecese. "A Motegi ho fatto una gran gara: in lotta per il podio fino alla fine, peccato per quell'errore proprio all'ultimo giro. Non vedo l’ora di tornare in pista su uno dei circuiti più belli di tutta la stagione. Dobbiamo rimanere concentrati e lavorare sodo".

 

Bulega: "Curioso di scoprire il tracciato" - Tornato sul podio a Motegi facendo registrare il suo primo giro più veloce in carriera nel Motomondiale, Nicolò Bulega si presenterà a Phillip Island senza alcun riferimento della pista al contrario del suo più diretto avversario nella speciale graduatoria Rookie of the Year, Joan Mir, occasionalmente al via del GP d'Australia lo scorso anno. Un dazio da pagare per il diciassettenne alfiere dello Sky Racing Team VR46, tornato al comando della classifica riservata agli esordienti e quarto assoluto in campionato. "A detta di tutti Phillip Island è una delle più belle piste del Motomondiale", afferma il diciassettenne originario di Montecchio Emilia. "Sono curioso di conoscere e imparare questo tracciato. In Giappone sono arrivato sul podio e ho ripreso la testa della classifica Rookies: deve essere un'iniezione di fiducia per questo finale di stagione!"

 

Dalla Porta: "Phillip Island congeniale al mio stile di guida" - Centrato in Giappone il primo piazzamento in zona punti (11°) da pilota dello Sky Racing Team VR46, Lorenzo Dalla Porta è motivato a ripetersi in Australia facendo tesoro dell'esperienza maturata nella passata stagione. Ventiduesimo in griglia, sfortunatamente non riuscì a portare a termine la gara dopo essersi ritrovato a ridosso della top-10. "Phillip Island è la pista, tra le tre, che meglio si adatta al mio stile di guida e alle mie caratteristiche", ammette il capoclassifica del CEV Moto3. "A Motegi ho conquistato i primi punti mondiali con lo Sky Racing Team VR46, abbiamo fatto un importante step in avanti e sono fiducioso di poter avvicinare la top10 in Australia".

 

Sky Racing Team VR46

Tutti i siti Sky