Caricamento in corso...
15 settembre 2008

La Ducati ingaggia Hayden e consola Stoner

print-icon
Nic

Dopo sei anni il Kentucky Kid saluta la Honda e si accorda col team di Borgo Panigale. Intanto responsabile del Progetto MotoGP Livio Suppo sostiene il campione del mondo: ''Casey è solo fuori forma, non sente per niente la pressione di Rossi''

Casey Stoner non è in crisi. Anche a Indy è andato forte, almeno sull'asciutto, ma il problema al polso sinistro fratturato nel 2003 in questo momento lo condiziona. Livio Suppo, responsabile del Progetto MotoGP, difende il suo pilota, ieri quarto a Indianapolis e ormai distante 87 punti in classifica da Valentino Rossi. "I problemi di Casey? Nel warm-up rifilava sei decimi a tutti, per cui non ne vedo molti. Arriva da due gare dove è caduto (tre con Laguna Seca, dove ha comunque concluso la gara) ma andava comunque fortissimo - ha detto Suppo - A Indy le condizioni della pista erano critiche, soprattutto per uno che viene da due ritiri. La sua priorità dunque era finire la gara, per questo non ha rischiato troppo. Poi le gomme una volta entrate in temperatura hanno iniziato a calare in fretta, forse per un problema di set-up. Casey è arrivato quarto, con un distacco non da lui ma non è un momento di crisi". Secondo molti tutto è cambiato a Laguna Seca quando l'australiano, reduce da tre vittorie di fila, è caduto (poi secondo al traguardo) perdendo il duello con Valentino Rossi. Suppo non è d'accordo: "Laguna è stata sicuramente la gara della svolta del campionato. Ma se avesse vinto Casey sarebbe stata la quarta di fila. Dopo ha continuato ad andare forte. E' caduto due volte in 32 gare che ha fatto finora con noi, ci sta pure. Quando ne fai una dietro l'altra però è facile pensare ad una pressione, ma non credo che lui senta quella di Rossi. Nelle due gare di Brno e Misano ha sentito la pressione che si mette lui stesso addosso non di vincere, ma di stravincere. Ha detto che è ancora giovane e deve imparare molte cose.

La voce circolava già da diverso  tempo ed ora è ufficiale: nel mondiale velocità 2009 Nicky  Haiden affiancherà Casey Stoner in sella alla Ducati che corre  in MotoGp. L'annuncio arriva dalla Ducati Corse. Hayden debutterà in sella alla Desmosedici GP9 il 27 ottobre, durante i test immediatamente successivi al gran premio di Valencia. Il pilota originario di Owensboro (Kentucky), 27 anni, arriva al marchio di Borgo Panigale dopo aver gareggiato sei anni in  MotoGP con la Honda ed aver conquistato il titolo di Campione  del mondo nel 2006. "Siamo molto felici di avere Nicky con noi", ha dichiarato Claudio Domenicali, amministratore delegato di Ducati Corse e  responsabile prodotto Ducati Motor Holding. "Siamo certi che la sua attitudine a 'non mollare mai', il suo stile di guida ed il suo carattere siano un valore aggiunto per la squadra 2009. Un  grazie alla HRC che ha acconsentito a che Nicky potesse iniziare i test con la nostra moto subito dopo il gp di Valencia". Domenicali ha anche rivolto un pensiero a Marco Melandri che, causa gli scarsi risultati nella stagione in corso, ha rescisso il contratto con la Ducati e si è accordato con la Kawasaki per il 2009: "Vorrei ringraziare Melandri per la professionalità che ha dimostrato in un anno difficile, molto al di sotto delle aspettative. Purtroppo il suo feeling con la Desmosedici non è mai stato tale da consentirgli di guidare come sa fare. Gli  auguriamo un futuro ancora ricco di soddisfazioni".



Tutti i siti Sky