Caricamento in corso...
18 ottobre 2008

Simoncelli come Rossi. Prima fila e un obiettivo: vincere

print-icon
sim

Marco e Simoncelli e Valentino Rossi

GP MALAYSIA. Il Dottore, già campione della Moto Gp, partirà alle spalle di Pedrosa, mentre il capelluto riccionese della Gilera cercherà il successo per tenere a distanza Bautista e conquistare con anticipo lo scettro nella 250. Pole di Iannone nella 125

Gemelli diversi - Assai diversi gli obiettivi, comune denominatore la prima fila della griglia di partenza. Nel Gp di Malaysia classe MotoGp un veterano Valentino Rossi ormai campione, per l'ottava volta in carriera, scatterà col secondo miglior tempo, tra l'autore della pole, l'iberico della Honda Daniel Pedrosa, e il compagno della Yamaha Jorge Lorenzo. Per puntare al podio. O, se un assetto non ancora perfetto alla vigilia, glielo consentira', magari anche alla vittoria. L'imperativo, di Marco Simoncelli resta, invece, esclusivamente quello di centrare, con una domenica d'anticipo sul calendario, il titolo iridato della classe 250.

Carriere a confronto - Il primo di una carriera ancora acerba. Il capelluto riccionese della Gilera, che guida la classifica provvisoria del mondiale della quarto di litro con 37 punti di vantaggio sullo spagnolo della Aprilia Alvaro Bautista, scatterà anche lui dalla prima fila. Secondo miglior tempo, affiancato dal rivale spagnolo, autore del terzo crono nelle ultime prove ufficiali e, ironia della sorte, entrambi stretti tra l'uomo-pole giapponese Hiroshi Aoyama e il finlandese Mika Kallio, quarto, entrambi protagonisti del turno ufficiale all'indomani dell'annuncio del ritiro della Ktm. Cercheranno di regalare all'azienda austriaca una vittoria dal vago sapore di canto del cigno, incuranti del duello che vedrà protagonisti Simoncelli e Bautista.

Simoncelli campione se... - Lo spagnolo dovrà cercare a tutti i costi la vittoria per prolungare la sfida fino all'ultimo confronto stagionale di Valencia. Qualora ci riuscisse, Marco potrebbe comunque laurearsi per la prima volta campione del mondo semplicemente andando a podio. Il compito dell'azzurro sarebbe molto più facile con Bautista secondo, terzo o quarto: in tal caso Simoncelli canterebbe vittoria piazzandosi, rispettivamente, entro i primi 8, 12 o 15 classificati. Quest'ultima ipotesi varrà anche qualora il vincitore fosse il finnico Kallio, terzo, ma staccatissimo, nel mondiale della due e mezzo.

Le nuove leve - Nella 125 ha conquistato la prima pole della carriera l'abruzzese dell'Aprilia Andrea Iannone. Il diciannovenne di Vasto, portacolori dell'italianissimo Ic team, ha centrato l'obiettivo, complice il solito temporale, col tempo record realizzato venerdi'. Scattera' al palo, affiancato dall'ex iridato ungherese Gabor Talmacsi, dal britannico Danny Webb e dallo spagnolo Pol Espargaro, tutti targati Aprilia. Sara' anche la penultima corsa di Pablo Nieto. Lo spagnolo, figlio del 13 volte iridato Angel, ha annunciato il ritiro a fine stagione. Sara' tra i manager del team iberico che riportera' in pista Sete Gibernau il prossimo anno con la Ducati.

Tutti i siti Sky