Caricamento in corso...
16 dicembre 2008

La crisi colpisce anche il rally: dopo Suzuki lascia Subaru

print-icon
sub

Petter Solberg a bordo di una Subaru durante il Rally di Germania del 2008

Anche l'azienda giapponese ha deciso di dare l'addio al campionato del mondo di rally: "Lo stato della nostra azienda è cambiato in modo drammatico a causa del rapido deterioramento dell'economia globale"

Dopo l'annuncio della Suzuki, anche la Subaru ha deciso di dare l'addio al campionato del mondo di rally. "Lo stato della nostra azienda è cambiato in modo drammatico a causa del rapido deterioramento dell'economia globale- ha spiegato in una conferenza stampa Ikuo Mori, a capo della Fuji Heavy Industries- Per ottimizzare le risorse del management e rinforzare il marchio Subaru, Fuji Heavy ha deciso di ritirarsi al più presto dal Mondiale".

La Subaru, vincitrice del campionato costruttori dal 1995 al 1997, ha concluso la stagione al terzo posto con 98 punti. Il miglior pilota è stato l'australiano Chris Atkinson, quinto con 50 punti. Tra i piloti che hanno gareggiato con la Casa giapponese da ricordare Carlos Sainz, Colin McRae e Richard Burns.

Tutti i siti Sky