Caricamento in corso...
21 aprile 2009

MotoGP, Rossi: Stoner è forte, ma in Giappone vinco io

print-icon
sto

Stoner, Rossi e Lorenzo: in Giappone sarà battaglia tra l'australiano che ha vinto in Qatar e i due centauri Yamaha

Verso la gara di domenica a Motegi. Valentino è carico dopo il secondo posto ottenuto a Losail. "Mi aspetto uno Stoner ancora forte, ma spero di poter tornare nuovamente al successo quest'anno come nella scorsa stagione"

COMMENTA NEL FORUM DEL MOTOMONDIALE

La "giapponesite" dovrebbe averla completamente superata con la vittoria dello scorso anno che gli valse il titolo iridato. Valentino Rossi è carico in vista del Gp del Giappone di domenica a Motegi, gara che non ama
particolarmente ma dove arriva dopo il secondo posto ottenuto in Qatar alle spalle di Casey Stoner.

Il pilota della Yamaha sa che il suo rivale è forte ma dopo la gara di Losail ha pronte alcune modifiche alla sua moto per andare più forte e dar battaglia alla Ducati. "I miei ricordi dell'anno scorso a Motegi sono incredibili, perché è stata una vittoria speciale dopo due anni di astinenza - ha detto Rossi riferendosi al titolo conquistato-. Quest'anno ovviamente sarà diverso: è solo la seconda gara di campionato e sarà strano arrivarci così presto. In Qatar abbiamo capito che possiamo migliorare ulteriormente in una o due cose, quindi cercheremo di migliorare l'assetto nel corso delle prove. Mi aspetto uno Stoner ancora forte, per questo abbiamo bisogno di migliorarci ancora in modo da poter combattere testa a testa. In passato Motegi non è stata una grande pista per me e vi ho corso alcune brutte gare, ma penso di averle cancellate tutte nel 2008 e spero di poter tornare nuovamente al successo quest'anno".

In Qatar si è messo in evidenza anche il suo compagno di squadra Jorge Lorenzo, terzo a 16" di distacco. Lo spagnolo a Motegi spera però di poter tenere il ritmo di Rossi e Stoner. "Questa è la mia seconda stagione con Yamaha in MotoGP e per la seconda volta corriamo in casa! Sono molto motivato di correre in Giappone. Il Qatar è stato un bell'inizio per noi, nonostante io non sia stato in grado di mantenere il passo di Valentino e Casey. A Motegi proverò ad esser loro più vicino; questo è il mio principale obiettivo per la gara. L'anno passato vi ho centrato l'ultima pole del 2008, ma successivamente ho concluso in quarta posizione dopo una bella lotta con Pedrosa, combattuta sino all'ultimo giro. Quest'anno spero di battermi nel gruppetto di testa".

Tutti i siti Sky