Caricamento in corso...
24 agosto 2009

Moto Gp, Rossi frena: ''Il campionato non è ancora chiuso''

print-icon
ros

La festa sul podio di Valentino Rossi a Brno

A pochi giorni dalla gara di Indianapolis Valentino predica prudenza. Nonostante la quinta vittoria dell'anno e i 50 punti di distacco in classifica da Lorenzo, l'italiano della Yamaha avverte: ''Dobbiamo rimanere concentrati''

Dopo aver sperimentato ben diversa sorte nell'ultima gara di Brno, il leader iridato, Valentino Rossi, e il suo immediate inseguitore, Jorge Lorenzo, questa settimana giungono all'Indianapolis Motor Speedway, circuito icona dei motori, per il secondo round stagionale negli Stati Uniti. La coppia del Fiat Yamaha Team è separata da 50 punti in classifica ma, con sei GP ancora da disputare, il titolo è lungi dall'essere deciso.

Rossi a Brno ha ottenuto una vittoria autorevole (guarda le foto), la quinta quest'anno, che ha portato a 160 i suoi podi in carriera, più di ogni altro pilota nella storia. L'anno scorso il pilota italiano aveva vinto al debutto sulla pista dell'Indiana, interpretando al meglio il nuovo tracciato e le difficili condizioni climatiche per il passaggio della coda dell'uragano Ike, che hanno causato la sospensione della gara a otto giri dalla fine. Rossi ha sempre amato correre negli States e l'aver mancato la vittoria a Laguna Seca, lo scorso luglio, sarà un ulteriore stimolo per non lasciarsi sfuggire l'occasione di un nuovo successo. Sabato sera farà visita all'Indy Mile, l'evento di dirt track famoso in tutto il mondo, che avrà luogo nel raggio di poche miglia da questa vera e propria Mecca degli sport dei motori.

Indianapolis l'anno scorso ha segnato un momento molto importante anche per Lorenzo, capace di ottenere il suo primo podio sul bagnato nella stagione del suo debutto in MotoGP, nonostante le condizioni incredibilmente difficili. Dopo due gare a zero punti, lo sfidante al titolo è più che mai determinato a dare una svolta alla fortuna e conta sul lavoro fatto durante i recenti test di Brno per partire nelle migliori condizioni possibili.

"La gara del 2008 a Indy è stata qualcosa di straordinario perché abbiamo corso nel circuito più famoso del mondo per la prima volta in assoluto - spiega Valentino Rossi - Non sapevamo cosa aspettarci ma la nostra moto è andata bene fin da subito e siamo stati molto veloci sia sull'asciutto sia sul bagnato. Comunque ogni anno è una storia a sé quindi non sapremo a che punto siamo fino a venerdì pomeriggio. L'anno scorso abbiamo ottenuto una grande vittoria ma, come tutti, mi auguro che quello rimanga il nostro unico incontro ravvicinato con un urgano e che questa volta le condizioni siano più 'normali'. Come ho già detto a Brno, rilassarsi e considerare il campionato già finito sarebbe un errore, perché può ancora succedere qualsiasi cosa. Sappiamo che Lorenzo questo fine settimana sarà molto forte e determinato a rifarsi delle due ultime gare. Dobbiamo rimanere concentrati". 

COMMENTA NEL FORUM DEL MOTOMONDIALE

Tutti i siti Sky