Caricamento in corso...
07 settembre 2009

Rossi in Ferrari? Mai dire mai: ''Forse un giorno...''

print-icon
val

Valentino Rossi in Ferrari? Per ora rimane il re delle due ruote

Dopo la bella vittoria di Misano, il ''Dottore'' svela: "C'è stata la possibilità di fare dei test un anno e quello dopo correre in F1, ma non mi sono sentito pronto a lasciare le moto. Un ripensamento? Difficile, ma chi lo sa...". GUARDA LE FOTO

Valentino Rossi grande campione della velocità in assoluto ed anche grande comunicatore, all'indomani della bella vittoria nel GP di San Marino della MotoGP parla della sua scelta di non fare il grande salto in F.1 passando alla Ferrari. "C'è stata la possibilità di fare dei test un anno e quello dopo correre in F.1, ma non mi sono sentito pronto a lasciare le moto", afferma il "Dottore" ai microfoni del Tg1. Sulla possibilità che nel 2011, magari liberandosi un posto o entrando in campo anche una terza monoposto possa rifarci un pensierino, il pesarese dice: "Sarà molto difficile, ma chi lo sa...". "Io mi sento giovane ma tutto è nato perché sono andato forte quando ho provato con loro - racconta Rossi -. La gente che ha lavorato con me è rimasta piacevolmente sorpresa e mi dicevano ma cosa fai la, vieni a correre in Formula Uno".

Dal Rossi pilota a quello tifoso dell'Inter. Positivo il suo giudizio su José Mourinho: "E' uno forte, un grande comunicatore, mi piace anche se all'inizio stentavo a capirlo". Sull'affermazione dello "Special one" a cui piace sentire il rumore dei nemici, il campione del Mondo della MotoGP, non ha dubbi: "E' importantissimo. I nemici sono quelli che ti danno la carica per cercare di batterli, per dare il massimo".

COMMENTA NEL FORUM DEL MOTOMONDIALE

Tutti i siti Sky