Caricamento in corso...
30 aprile 2010

Simoncelli all'attacco: i piloti spagnoli? Sono dei fighetti

print-icon
sim

Simoncelli, 23 anni, prima stagione in MotoGp: corre per la Honda San Carlo Gresini

Il pilota del team Gresini attacca i rivali iberici prima del Gp di domenica a Jerez: "Non sono degli uomini duri. Barbera non lo sopporto". Nell'intervista rilasciata a Max anche una promessa: "Se vinco il mondiale, addio capelli"

Dopo il rinvio del Gp di Motegi a causa della nube del vulcano islandese, domenica torna la MotoGp. Si corre a Jerez, in Spagna. E Marco Simoncelli decide di affondare il colpo nei confronti dei piloti iberici. Intervistato dal mensile Max, il pilota del tem Gresini non ha certo frenato la lingua: "Sono falsi, raccontano le cose come fa comodo a loro, non sono esattamente degli uomini duri. Anzi sono delle 'fighette'. Bautista nel 2008 in Australia ha provato a buttarmi giù ma ha sbagliato i calcoli e a momenti cadeva lui. Barbera poi non lo posso vedere". Poi fa una una promessa: "Se vinco il Mondiale, lo giuro, mi taglio i capelli a zero". Simoncelli fa una previsione anche sul futuro di Valentino Rossi: "Non lascerà mai la MotoGp per la Formula 1, ne abbiamo parlato e anche per lui la moto è molto più divertente".

Sulla vita al di fuori dalla pista e sui divertimenti Simoncelli ha invece detto di avere pochi dubbi: "la gnocca, i motori e l'amicizia sono il profumo della vita". E sull'accusa di essere un po' maschilista invece: "Solo in pista, le donne che gareggiano in moto mi stanno sulle balle, questo è uno sport da uomini".

COMMENTA NEL FORUM DEI MOTORI

Tutti i siti Sky