Caricamento in corso...
15 agosto 2010

Rossi passa alla Ducati: "Yamaha, ti amerò per sempre"

print-icon
spo

Valentino Rossi passa dalla Yamaha alla Ducati (foto Ansa)

Un comunicato ha ufficializzato l'attesa firma del contratto biennale con la scuderia di Borgo Panigale. Il Dottore scrive una lettera: "E' il momento di provare nuove sfide. Tutte le storie d'amore finiscono". VIDEO, ALBUM E L'OROSCOPO DI ROSSI

Rossi, l'album del 'Dottore' più veloce della Moto Gp

L'oroscopo di Valentino Rossi


Il matrimonio dell'anno è finalmente ufficiale: Valentino Rossi e Ducati saranno insieme nel biennio 2011-12 per la conquista del titolo della MotoGp. L'annuncio è stato dato dalla Casa di Borgo Panigale, dopo quello della Yamaha che riferiva della partenza del nove volte campione del mondo. Si parla di un accordo biennale.

Valentino Rossi ha sempre avuto un rapporto speciale con le moto con le quali ha corso e anche per la Yamaha non si può dire che non ci sia stato feeling. "E' molto difficile spiegare in poche parole - si legge in una nota di Rossi, diffusa nel giorno dell'annuncio ufficiale del suo passaggio alla Ducati - ciò che il mio rapporto con la Yamaha e' stato in questi ultimi sette anni. Molte cose sono cambiate da quel tempo lontano, nel 2004, ma soprattutto 'lei', la mia M1, è cambiata. A quel tempo era una povera moto da mezza classifica, derisa dalla maggior parte dei piloti e dagli addetti ai lavori della MotoGP. Ora, dopo essere stata aiutata a crescere e migliorare, si può vedere il suo sorriso nel box, corteggiata e ammirata, trattata come 'prima della classe"'.

"L'elenco delle persone che hanno reso possibile questa trasformazione è molto lunga - aggiunge Valentino - ma vorrei comunque ringraziare Masao Furusawa, Masahiko Nakajima e 'mio' Hiroya Atsumi, come rappresentanti di tutti gli ingegneri che hanno lavorato duramente per cambiare il volto della nostra M1. Poi Jeremy Burgess e tutti i miei ragazzi nel box, che si sono presi cura di lei con amore su tutte le piste del mondo e anche tutti gli uomini e le donne che hanno lavorato nel team Yamaha in questi anni". "Ora è giunto il momento di cercare nuove sfide, il mio lavoro qui in Yamaha è finito. Purtroppo, anche le storie d'amore piu' belle finiscono, ma lasciano un sacco di meravigliosi ricordi, tanti momenti paragonabili a quel primo bacio che ci siamo dati sull'erba a Welkom, quando mi ha guardato dritto negli occhi e mi detto 'Ti amo!"'.

E sul Gp in Repubblica Ceca: "Siamo delusi, avevamo buone prospettive. Nelle qualifiche andavo forte e quindi eravamo tranquilli, oggi invece ho iniziato a girare più piano già dopo il primo giro. Avevo male alle gambe dopo il sesto, settimo giro. Però il risultato non è dipeso da quello".



Guarda anche
Rossi-Ducati , su Facebook c'è già un fan club

Commenta nel forum del Motomondiale

Tutti i siti Sky