Caricamento in corso...
03 aprile 2011

"Più ambizione che talento...". Scintille tra Rossi e Stoner

print-icon
sto

Stoner applaude ironicamente: all'australiano non è andata giù la manovra azzardata di Valentino Rossi (Getty)

Il Dottore butta fuori pista l'australiano al settimo giro del Gp di Spagna. A fine gara le scuse, ma il pilota della Honda non ci sta e replica a Valentino: "Va meglio la tua spalla...Ovviamente la tua ambizione ha superato il tuo talento". LA GALLERY

Il calendario della MotoGp

Guarda l'Album della stagione 2011


Jorge Lorenzo ha vinto la seconda gara della stagione a Jerez e si è subito portato in testa alla classifica iridata con 45 punti. Ma la polemica tra Valentino Rossi e Casey Stoner tiene banco più della vittoria dello spagnolo. Uno contro l'altro, l'australiano e il campione italiano si sono affrontati, dopo averlo fatto in pista con Valentino che ha buttato fuori l'australiano al settimo giro, anche nel box della Honda, quando Rossi è andato a scusarsi con Casey. "Mi dispiace - ha detto Rossi al collega - sono cose che succedono in gara". "Come va la spalla? Ovviamente la tua ambizione ha superato il tuo talento" è stata la risposta dell'australiano con il sorriso sulle labbra. "Ci sta - ha risposto a sua volta Valentino - è arrabbiato. Ma se dice così non sa chi sono. E' stato un errore, per me era importante chiedergli scusa. Quello che dice lui non mi interessa tanto".

Lasciando da parte la polemica con Stoner, il quinto posto di oggi migliora la prestazione del Qatar, ma poteva andare decisamente meglio. "Peccato è stata una buona occasione buttata al vento - ha detto Valentino - andavo molto forte e ce n'eravamo già accorti stamattina nel warm up. Sotto la pioggia la Ducati si riesce a guidare meglio, poi anche io con la mia spalla riesco a frenare dove voglio, invece sull'asciutto se freno dove voglio frenare non ho abbastanza forza per fermarmi. Riesco a guidare meglio perché la moto è molto veloce sul bagnato e stavo venendo su forte. Purtroppo ho fatto un errore perchè alla frenata della prima curva sono arrivato un pochino lungo. All'inizio non volevo nemmeno passarlo Stoner, solo che arrivando un po' più forte ho cercato di buttarmi dentro e sono andato un pelino largo. Mi si è chiuso lo sterzo e ho buttato giù anche lui, mi dispiace, infatti sono anche andato a chiedergli scusa, è stato un errore".

Se il passaggio su Stoner fosse riuscito, da riprendere ci sarebbe stato solo Simoncelli che era in gran forma a Jerez. "Marco era in gran forma - ha detto Valentino - e li per li gli ho anche fatto un gran favore, perchè mi sono buttato giù io e ho coinvolto anche Stoner che andava forte. Poi l'ho visto nel maxischermo che cadeva anche lui e mi è dispiaciuto anche per lui, anche se in effetti dispiace più per noi. La provvidenza ci aveva dato un'occasione per fare un podio o anche una vittoria e io l'ho rovinata".

Rossi dunque dopo il warm up sul bagnato e l'inizio di gara promettente ha creduto di poter arrivare addirittura alla vittoria. "Sapevo di andare forte - ha continuato Valentino - anche se in gara è sempre diverso, ma ho visto che andavo bene e ci stavo facendo la bocca, c'eravamo vicini". La Ducati e Valentino, dunque, "funzionano" meglio sul bagnato che sull'asciutto. "Con l'acqua - spiegato Valentino - siamo più competitivi che sull'asciutto dove non possiamo puntare a stare soprattutto con i primi 3 anche e soprattutto per la mia spalla che ancora non è al 100% e poi perchè la moto ha qualche problemino che stiamo cercando di risolvere. Su questo stiamo lavorando e stiamo aspettando delle novità dalla Ducati e speriamo che ce le mandino presto. Ma penso che non sarà una cosa che possa risolvere tutto, ci vorrà un po' di tempo. Bisogna lavorare di fino su questa moto perchè in passato ci hanno lavorato poco, ma tutti in Ducati sono carichi e quindi speriamo di metterci meno tempo possibile, per noi e per i tifosi".

Commenta nel forum della MotoGp

Tutti i siti Sky