Caricamento in corso...
22 aprile 2011

La censura Ducati su Facebook: eliminati gli insulti a Rossi

print-icon
duc

La pagina ufficiale di Facebook dove si sono scatenati i ducatisti contro Valentino Rossi

E' amore e odio per il pluricampione del mondo. Sulla pagina ufficiale del team di Borgo Panigale sono stati cancellati tutti i messaggi contro il Dottore, reo di aver ''cacciato'' fuori pista a Jerez l'ex ducatista Casey Stoner

Il calendario della MotoGp

Guarda l'Album della stagione 2011


L'avventura in Ducati di Valentino Rossi non è partita nel migliore dei modi. In difficoltà sin dai test invernali con la moto di Borgo Panigale, i problemi sono continuati anche nelle prime due gare della stagione. A Jerez la goccia che ha fatto traboccare il vaso, quando Valentino ha centrato in pieno Casey Stoner, buttandolo fuori pista.

E chi ha ancora nel cuore l'australiano, idolo a lungo dei ducatisti. E su Facebook, nella pagina ufficiale della Ducati, sono volati gli insulti, a tal punto da costringere l'amministratore della pagina a scrivere questo messaggio: "Ragazzi, vi chiediamo di moderare i toni, parole volgari e offese verranno rimosse. Facciamo appello alla vostra educazione e buon senso, grazie".

Ma qualcosa è sfuggito, così sulla pagina sono rimasti alcuni messaggi provocatori all'indirizzo di Valentino: "Torna a vendere piadine, piadinaro", "Mettigli le rotelle così stai in piedi", "A casa il pagliaccio arancione e giallo" e "Rossi=incapace e questa ne è la dimostrazione! PAGLIACCIO".

Tempi duri per Valentino Rossi, l'idolo di tutti gli amanti delle due ruote. Forse gli insulti sono anche dovuti all'invidia, chissà... Nella classifica degli sportivi più pagati, infatti, Rossi è quello che guadagna di più in Italia. Una magra consolazione...

Commenta nel forum della MotoGp

Tutti i siti Sky