Caricamento in corso...
12 maggio 2011

Stoner si difende. E Rossi ironizza: "Ha ragione lui...''

print-icon
ros

Dopo la scaramuccia in pista a Jerez, la rivalità tra Rossi e Stoner continua... (Getty)

Il pilota australiano ha replicato all'italiano della Ducati che lo aveva accusato di averlo ostacolato nei test in Portogallo. Per Casey si è trattato solo di un errore nell'impostare la curva. Ma Valentino sembra non credergli: ''Sì, sì, certo...''

FOTO: L'album di Valentino Rossi - Le foto della stagione 2011

Il mondiale si è trasferito in Francia dove domenica, sullo storico circuito Bugatti di Le Mans, si correrà la quarta gara della Motogp. I test in Portogallo hanno dato buoni frutti per Valentino Rossi e la Ducati, con un miglioramento dei tempi di circa un secondo. "Con la parte nuova del telaio anteriore che abbiamo provato - ha detto Rossi a Le Mans - la Ducati va meglio, ho migliorato, peccato che lo abbiano fatto anche gli altri. Per noi, con la Ducati, ogni pista è nuova. Devo vedere come la moto si adatta al circuito e come io mi adatto a lei. Ma ci stiamo lavorando".

Dopo la scaramuccia in pista a Jerez con Casey Stoner, la polemica con Rossi non sembra attenuata. Stoner, infatti, ha replicato a Valentino che lo aveva indicato come disturbatore nei test del Portogallo, affermando di aver sbagliato una curva e di essersi infilato con una manovra di fortuna accanto a Rossi in curva per non buttarlo giù. "Sì, sì - ha sorriso Valentino - ha ragione lui". Certo questi due piloti saranno i sorvegliati speciali per lo spettacolo che potranno dare, vista la loro accesa rivalità. Per Rossi comunque, si profila un altro week end di lavoro alla ricerca di un set up ottimale.

"Il nostro problema - afferma - è che arriviamo a un certo limite con facilità. Questo accade nel venerdì mattina, poi già dal sabato pomeriggio, gli altri migliorano e noi non lo facciamo allo stesso modo. Le Mans è una pista dove sono sempre andato bene, anzi, a dire il vero è una pista che è sempre piaciuta alla mia M1. Ma anche la Ducati qui non è mai andata malissimo. Lo scorso anno sia Stoner che Hayden avevano fatto una buona gara, speriamo di farlo anche noi".

Nonostante la Ducati abbia mostrato progressi, ci sarà da rincorrere. "Non so quantificare - ha detto Valentino - in questo momento quale possa essere il distacco tra me e gli altri. Per essere soddisfatto dovrei fare la pole, ma credo che non succederà. Potremmo essere più vicini, ma dobbiamo ancora lavorare tantissimo, perché i primi tre vanno veramente forte. Dobbiamo sicuramente migliorare i risultati delle prime tre gare. Con questa modifica alla parte anteriore del telaio riusciamo a lavorare meglio sulla moto e in Portogallo abbiamo fatto molti passi avanti. In questa gara userò già entrambe le moto a mia disposizione con i nuovi pezzi".

Il telaio è stato adattato alle esigenze di Valentino, ora tocca al motore. "Per quello - ha detto Vale - dovremo ancora aspettare. Abbiamo provato delle novità ma per usarle dovremo attendere di punzonare il terzo motore della stagione, forse prima del Mugello. Lì ci saranno anche degli alti test, ma non so se saranno solo per le nuove 1000cc o si potrà chiedere di provare anche con le attuali 800cc. Altre novità arriveranno dopo l'estate".

Commenta nel forum della MotoGp

Tutti i siti Sky