Caricamento in corso...
22 novembre 2011

Coriano un mese dopo: c'era una volta il Sic. E c'è ancora

print-icon
spo

Marco Simoncelli. Un mese fa il campione della MotoGp perdeva la vita sul circuito di Sepang, in Malesia (Foto Getty)

IL REPORTAGE. Dal giorno dell'incidente mortale al Gp di Sepang, era il 23 ottobre, in paese continua il pellegrinaggio dei tifosi. La sua gente: "Impossibile dimenticare un esempio". Presto gli verranno dedicati un monumento e il palasport. FOTO E VIDEO

IL DRAMMA DI SIMONCELLI: LO SPECIALE

FOTO: L'omaggio della F1: sul casco il 58 di Sic - Il giorno dell'addio, quanto affetto per Sic - Personaggi dello sport e non ai funerali - Le petizioni per intitolare Misano a Sic - La carriera di Sic - La sequenza dell'incidente - La disperazione del padre - Le lacrime del suo paese - L'album della MotoGp

( In fondo alla pagina tutti i video sulla tragedia di Sepang e la testimonianza di una tifosa di Marco Simoncelli )

di ALFREDO ALBERICO
da Coriano (RN)

Fa uno strano effetto percorrere la provinciale 50, snodo stradale del Riminese, nel tratto che da Misano Adriatico porta a Coriano . Macini chilometri e pensi a chissà quante volte Marco Simoncelli se la sarà spassata sul motorino lungo questo continuo alternarsi di curvoni, salite e discese. A "sgassare", come dicono da queste parti, quando da ragazzino consegnava ghiaccioli per conto di papà Paolo; o magari da solo, osservando senza grandi pensieri il panorama intorno, fitto verde e colline sinuose. Un mese dopo la tragedia al Gran Premio di Sepang , dove il Sic ha perso la vita, a Coriano e dintorni, come ovvio, tutto parla ancora di lui.

All'ingresso nord, poggiato su una rotonda, un frantoio. A volerlo interpretare è un messaggio ai visitatori: qui gente tosta, si lavora duro. Gente che però si commuove, e non si vergogna di farlo, non appena si parla di Marco, il loro Sic per l'appunto. Come la signora Anna, che ogni giorno passa in centro e si ferma ai piedi della chiesa di Santa Maria Assunta , dove lo scorso 27 ottobre sono stati celebrati i funerali . Una preghiera, un bacio e un fiore che si somma agli altri sistemati con grande cura in piazza.

"E' passato già un mese - dice - però il vuoto che ha lasciato io lo sento. Credo sia così per chiunque. Soprattutto i ragazzi del posto, che negli occhi sembrano avere un po' meno luce. Guardi quel viso - aggiunge indicando un poster di Marco - che bravo che era. Un esempio per i giovani. Almeno ora gli faranno un monumento, così sarà sempre con noi."

Sì, perché nonostante un buco di 4 milioni nel bilancio, a Coriano, poco più di 10.000 abitanti e un'amministrazione comunale commissariata, troveranno presto il modo per onorare il cittadino più amato con una statua nel cuore del paese. "Non solo - ricorda Maria Virginia Rizzo, delegata alla gestione straordinaria - gli verrà intitolato anche il palasport".

Struttura polivalente, è la palestra dove bambini e adolescenti, anche di zone limitrofe, giocano a calcio, basket e pallavolo. "Per loro è un vanto sapere che questo posto avrà il nome di Simoncelli - sottolinea Luigi Fabbri, segretario della Polisportiva Junior -. Questa storia ha toccato nel profondo la popolazione, anche chi non lo conosceva. Da queste parti lo si vedeva poco, io stesso ho più ricordi di lui da bambino. Però è entrato nella testa di tutti noi. Difficile trovare una sola persona che lo considerasse antipatico".

Benvoluto e sempre col sorriso. Ma non quella volta a Montetauro, lo scorso giugno, quando per la seconda volta fece visita alla Piccola Famiglia dell'Assunta , struttura a 7 chilometri da Coriano che si occupa di persone con gravi disabilità. "Sembrava intimidito, a tutti diede questa impressione - racconta Stefania, un'operatrice -. Forse per il contesto, è normale sentirsi disorientati. Ma credo fosse pensieroso anche per le ultime cadute. Non era soddisfatto e uno dei nostri ragazzi, un suo tifoso, glielo fece notare".

Una fotografia inedita di un Simoncelli turbato, o più semplicemente infastidito dagli incidenti all'Estoril ( 1 maggio 2011 ) e ad Assen ( 25 giugno 2011 ). Poi il buio a Sepang.

LA TESTIMONIANZA

Vivere a meno di cento metri dal Misano World Circuit , presto intitolato a Marco Simoncelli , e considerare il rombo dei motori ormai come una parte della propria vita. Circostanza semplice da accettare solo se si è veri appassionati. Nel video la testimonianza di chi Sic spesso lo ha visto aggirarsi da queste parti, a pochi passi dalla soglia di casa, fino a diventare quasi uno di famiglia...

Commenta l'articolo nel Forum dei Motori

Tutti i siti Sky