Caricamento in corso...
02 febbraio 2012

Fiori alla curva 11. Il ricordo di Simoncelli a Sepang

print-icon
fio

Un rosario appoggiato al guard rail all'interno della curva 11 e un mazzo di fiori: il ricordo di Simoncelli è ovunque a Sepang (Foto Getty)

Un rosario appoggiato al guard rail e un mazzo di fiori portato dalla delegazione ufficiale della Honda. Sulla pista dove ha perso la vita, i riferimenti al Sic sono ovunque. Rossi: "Il brutto è non averlo più in tutte le piste del mondo". VIDEO

IL DRAMMA DI SIMONCELLI: LO SPECIALE

FOTO: L'omaggio della F1: sul casco il 58 di Sic - Il giorno dell'addio, quanto affetto per Sic - La carriera di Sic - La sequenza dell'incidenteLe lacrime del suo paese

Un rosario appoggiato al guard rail all'interno della curva 11 e un mazzo di fiori portato dalla delegazione ufficiale della Honda, il ricordo di Simoncelli è ovunque a Sepang. Sulla pista dove il pilota del Team San Carlo ha perso la vita, i riferimenti a Marco sono ovunque. Il soprannome Sic è dappertutto, ma non si tratta di un riferimento diretto, piuttosto l'acronimo di Sepang International Circuit.

Molti hanno strabuzzato gli occhi arrivando in circuito, il ricordo di Marco è ancora vivo ed è strano non vedere Simoncelli in giro. La curva 11, dove Marco ha chiuso la sua carriera in modo prematuro, prima dell'inizio dei test è stato un luogo di pellegrinaggio per molti. A deporre fisicamente il mazzo di fiori e il rosario è stato il vice Presidente Esecutivo della Honda HRC, Shuhei Nakamoto, che oltretutto è anche buddista. Di fronte ai box, sulle gradinate, è anche comparso uno striscione con una foto gigante di Simoncelli in azione e una scritta tricolore che dice "Forza Team Gresini, Supersic Forever in our hearts", proprio di fronte al team di Marco. Rispetto a quel tragico giorno di ottobre, il lavoro è ripreso ma manca qualcosa.

Alla televisione malese Valentino Rossi ha detto: "Questo alla fine è un circuito come un altro, il fatto non è che qui è successo quello che è successo. Il brutto è non avere più Marco in tutte le piste del mondo e non solo". I piloti lo sanno a cosa vanno in contro, non ne parlano mai, ma quello che è accaduto a Simoncelli ha scosso tutto il mondo della Motogp, che si è rimesso a lavorare a testa china su una nuova stagione con la paura di alzare la testa e di non trovarsi più davanti il sorriso e la voce di Simoncelli.

Commenta l'articolo nel Forum dei Motori

Tutti i siti Sky