Caricamento in corso...
26 febbraio 2012

Superbike, Biaggi-show a Phillip Island: primo e secondo

print-icon
max

Max Biaggi, 41 anni, vuole provare a bissare il successo nel mondiale Superbike del 2010 (Getty Images)

Strepitoso inizio di stagione del pilota romano dell'Aprilia che domina gara 1 davanti a Marco Melandri. Poi compie un autentico spettacolo in gara 2: dopo un contatto scivola in ultima posizione, per poi recuperare fino al secondo posto. "Che gioia"

I VIDEO: Tutti i segreti della F1 nelle clip di Motorsport

LE NEWS: La morte di Oscar McIntyre

Una vittoria e un secondo posto dopo una grande rimonta per Max Biaggi nella gara d'esordio del Mondiale di Superbike a Phillip Island. Il romano, in sella all'Aprilia, si è imposto in gara 1 davanti alla Bmw di Marco Melandri e alla Ducati del francese Sylvain Guintoli, staccati di oltre 7". Il 'corsaro' ha poi dato spettacolo in gara 2: dopo un  contatto con il britannico Tom Sykes (Kawasaki) alla prima curva, Biaggi è rientrato in pista ultimo con 8" di ritardo ed è poi risalito fino al secondo posto finale. Il pilota dell'Aprilia ha subito preso il comando della classifica del Mondiale con 45 punti.  Melandri, che ha chiuso gara 2 al sesto posto, è secondo con 30 punti.

Gara 1 - La gara d'esordio del Mondiale è stato un monologo del romano. L'atteso confronto tra il pilota dell'Aprilia e il campione del mondo in carica Checa (Ducati) è durato meno di sette giri, poi lo spagnolo è caduto senza riportare danni fisici. Il  'corsaro', terzo dopo il semaforo verde, si è subito portato a ridosso dei battistrada Checa e Sykes ed è stato bravo a superare il britannico nel corso del terzo giro, per poi stampare il giro record di 1'31"785. La caduta dello spagnolo, ormai tallonato da Biaggi, ha spianato la strada all'italiano verso la vittoria.

Ottimo è stato anche l'inizio di Mondiale per Melandri, secondo al debutto sulla Bmw che ha festeggiato così il miglior piazzamento di sempre per la casa tedesca in superbike. Il ravennate ha rimontato  dalla quarta fila chiudendo sul secondo gradino del podio. Michel  Fabrizio, anch'egli in sella a una Bmw, è giunto sesto battendo al fotofinish il britannico Jonathan Rea (Honda).

Gara 2 - Biaggi è stato protagonista assoluto anche in gara 2, vinta da Checa. Uscito di pista alla prima curva e alle prese con un problema alla leva del freno, Biaggi è rientrato in ultima posizione e dopo una serie di duelli, giri veloci e sorpassi ha tagliato il traguardo finale in seconda posizione alle spalle dello spagnolo. Il podio è stato completato da Sykes, scattato dalla pole, terzo nella classifica provvisoria del Mondiale a un punto da Melandri.

"Che gioia" - Dopo un inverno così difficile per me questa è una grandissima soddisfazione. Ho lavorato senza risparmiarmi, durante questi giorni di test qui a Phillip Island abbiamo provato veramente tanto e i risultati ci danno ragione". Max Biaggi è raggiante al termine delle due gare. "Il primo weekend con il mio nuovo team ci vede davanti, per questo devo ringraziare sia i miei ragazzi che Aprilia", dice il romano. "Gara 1 è stata bella, la seconda forse ancora di più: dopo l'uscita di pista ho pensato solo a concentrarmi e dare il massimo, perché risalire dall'ultimo posto è sempre rischioso", prosegue. "Ce l'abbiamo fatta, torniamo a casa con due buoni risultati, ora non ci resta che mantenere alta la tensione per confermarci già dalla gara di Imola. Sono in partenza per Montecarlo - conclude Biaggi - lunedì sarò a casa ed inizierò già a prepararmi per la prossima tappa".

Tutti i siti Sky