Caricamento in corso...
20 maggio 2012

Rossi: "Che gran battaglia, è stato bello con Stoner"

print-icon
mot

Il Dottore coccolato ai box dopo lo splendido secondo posto

"Si tratta di un risultato importantissimo, anche perché arrivare secondo dopo un periodo dove le cose non vanno bene solleva tutti e fa morale, e io poi mi sono anche divertito". La settimana prossima Ducati al Mugello per provare e migliorare

"Si tratta di un risultato importantissimo - ha detto Valentino - anche perché arrivare secondo dopo un periodo dove le cose non vanno bene solleva tutti e fa morale, e io poi mi sono anche divertito. Sapevo di avere una chance perché la Desmosedici va sempre molto bene sotto l'acqua e non volevo farmela scappare. Ho cercato di stare tranquillo in partenza - ha raccontato - mi sono messo vicino a Stoner e lo tenevo abbastanza bene. Purtroppo poi ho avuto dei problemi con la visiera del casco che mi si è appannata e lì, cercando la soluzione per far entrare un po' d'aria, ho perso un sacco di tempo. L'appannamento è sparito con l'aria, da lì ho visto che avevo un gran passo e quando la pista si iniziava a ad asciugare ho ripreso anche le due Yamaha di Dovizioso e Crutchlow e ho fatto una gran battaglia con Stoner: è stato bello".

Nell'analisi della gara da parte di Valentino c'è anche la consapevolezza che il risultato in Francia è particolare come le condizioni del meteo. "Il fatto di essere andato forte sotto la pioggia non risolve i nostri problemi sull'asciutto - ha detto il Dottore - però la settimana prossima andiamo al Mugello per provare. Ci sono delle cose interessanti e quindi sarebbe bello riuscire a rosicchiare qualche decimo e cercare di stare con quelli davanti a noi".

Dopo l'annuncio del ritiro di Casey Stoner, Valentino e Jorge Lorenzo diventano le pedine più importanti della MotoGp. Sono i piloti, infatti, che possono con i loro spostamenti condizionare tutti gli altri. Lorenzo ha cambiato marcia da quando Stoner ha annunciato di volersi ritirare, andando a vincere a Le Mans una gara difficile, con carattere e margine. Rossi è ora nella posizione di poter chiedere alla Ducati altri sforzi; sul piatto della casa di Borgo Panigale c'è il rinnovo del contratto per il campione di Tavullia, che però vuole rassicurazioni tecniche per potersi giocare il titolo del 2013.

Tutti i siti Sky