Caricamento in corso...
06 luglio 2012

Germania, seconde libere: Pedrosa in testa, Rossi quinto

print-icon
ped

Lo spagnolo Dani Pedrosa (Honda) ha fatto segnare il miglior tempo anche nelle seconde prove libere del Gp di Germania (Foto Getty)

La pioggia ha caratterizzato il secondo turno di prove libere del Gp di Germania. Il pilota spagnolo della Honda è stato il più veloce davanti a Bradl. Terzo Lorenzo, quarto Stoner. Meglio il pilota della Ducati, che si posiziona quinto.

La pioggia ha caratterizzato il secondo turno di prove libere del Gp di Germania per quanto riguarda la MotoGP. I piloti della classe regina hanno trovato al loro ingresso in pista un bel temporale, che ha reso la pista non certo facile. Dani Pedrosa è stato il più veloce anche in questa seconda sessione di prove con il tempo 1.32.228. Secondo tempo per il pilota di casa Stefan Bradl (Honda), che è staccato da Pedrosa di soli 76 millesimi di secondo. Terzo Jorge Lorenzo (Yamaha) a 0,180s. In quarta posizione c'è Casey Stoner (Honda) che precede Valentino Rossi (Ducati), quinto a 0,304s. Il pilota di Tavullia precede il suo
compagno di squadra, Nicky Hayden e l'inglese della Yamaha Cal Crutchlow che ha chiuso settimo. Andrea Dovizioso (Yamaha) è ottavo, davanti a Ben Spies (Yamaha) e a Hector Barberà (Ducati).

Prime libere - Lo spagnolo Dani Pedrosa (Honda) ha fatto segnare il miglior tempo anche nel primo turno di prove libere. L'iberico ha messo dietro il compagno di squadra Casey Stoner, grazie al tempo 1.22.357, mentre l'australiano si è fermato a 1.22.444 a soli 87 millesimi di secondo. Dietro alle Honda ufficiali ci sono le tre Yamaha di Jorge Lorenzo (terzo), Andrea Dovizioso (quarto) e Cal Crutchlow (quinto). Il migliore tra i piloti Ducati è lo spagnolo Hector Barberà con la Desmosedici del Team Pramac in sesta posizione davanti a Nicky Hayden (Ducati). Solo undicesimo Valentino Rossi (Ducati) che accusa un ritardo da Pedrosa di 1.124s.

Incidente in pit lane - Da segnalare l'incidente in pit lane durante le prime prove libere tra Mattia Pasini (ART) e un meccanico del Team AB Cardion. L'italiano mentre stava rientrando ai box non è stato visto dal meccanico che attraversava la pit lane. Per entrambi non ci sono state conseguenze, solo il tecnico è stato medicato per alcune ferite alla faccia.

Tutti i siti Sky