Caricamento in corso...
30 aprile 2013

MotoGp, da venerdì a Jerez. Rossi: "Sono qui per vincere"

print-icon
val

Reduce dal sesto posto in Texas, "Il Dottore" è chiamato al podio sul circuito spagnolo di Jerez de la Frontera (Foto Getty)

La terza prova del motomondiale sbarca in Europa sul circuito andaluso. Dopo il sesto posto di Austin, Vale è ottimista: "Posso ripetere i tempi dei test". Attesa per il 20enne Marquez, vincitore negli Usa , insieme ai connazionali Lorenzo e Pedrosa

La terza prova mondiale delle due ruote è pronta ad accendere i motori. Dopo le gare d’esordio in Qatar e negli Usa, da venerdì parte il Gp di Spagna sul circuito di Jerez de la Frontera. Una tappa particolarmente attesa da Valentino Rossi, nove volte iridato, che domenica sul tracciato iberico cercherà di riscattare il sesto posto di Austin. Anche il compagno di scuderia Yamaha, Jorge Lorenzo, sulla pista americana ha ceduto il passo alle Honda del tandem Marquez-Pedrosa.

In Europa per vincere
– “Jerez - ha detto Rossi - sarà una gara molto importante. Credo e spero di poter essere molto veloce, come nei test. Dovremo lavorare bene e puntare al podio. Abbiamo ancora qualcosa da fare, soprattutto sul set up della moto, ma le idee non ci mancano. Jerez, Le Mans e Mugello sono circuiti a noi favorevoli e dovremo fare bene”. Nei test ufficiali di marzo, “Il Dottore” aveva occupato costantemente i primi posti nei tempi: sul giro secco Valentino può dire la sua, ma sul passo Jorge Lorenzo è parso più consistente.

La novità è Marquez, mancherà Spies - Sotto i riflettori c’è il ventenne catalano, debuttante nella classe regina con la Honda ma già trionfante ad Austin. Inevitabile il confronto con i connazionali Lorenzo e Pedrosa. Lo scorso anno, in Moto2, Marquez arrivò secondo ma i pronostici per Jerez non vedono favorita la Honda, piuttosto una Yamaha più affine al corto tracciato spagnolo. Mancherà l'americano Ben Spies, reduce dall’operazione alla spalla e sostituito da Michele Pirro. In dubbio anche il ceco Karel Abraham, assente negli Usa.

Difficile sventolare il tricolore in Moto 2 e Moto 3 – Scarso ottimismo nostrano nelle classi intermedie e inferiori. Nella scorsa annata Romano Fenati vinse la sua prima gara in Moto3 proprio in Andalusia, ma con le KTM e i sui piloti appare complicato ripetere l’impresa. Nella Moto2 il favorito è il vincitore dello scorso anno, Pol Espargaró, mentre le speranze azzurre sono affidate al romano Simone Corsi.

Tutti i siti Sky