Caricamento in corso...
16 giugno 2013

MotoGp, in Catalogna show di Lorenzo. Rossi è quarto

print-icon
lor

Dani Pedrosa in piena azione sul circuito catalano, alle spalle di Lorenzo scatenato

Il campione del mondo in carica della MotoGp si impone sul circuito di casa davanti a Dani Pedrosa, al "baby" Marc Marquez e al Dottore. Duello da brividi nel finale tra i due piloti Honda, Andrea Iannone (Ducati) è caduto a metà gara

Il campione del mondo in carica della MotoGp, lo spagnolo Jorge Lorenzo, trionfa sul circuito di casa del Gp di Catalunya davanti a Dani Pedrosa, al "baby" Marc Marquez e a Valentino Rossi, compagno di squadra del vincitore. Duello da brividi nel finale, per difendere la seconda piazza, tra i due piloti Honda. Con un Marquez che mostra doti spavalde da grande attaccante.

Lorenzo ha vinto la seconda gara consecutiva, la terza della stagione conquistando il GP della Catalogna. Settimo posto per Andrea Dovizioso (Ducati), mentre Andrea Iannone (Ducati) è caduto a metà gara. Decimo il collaudatore della Casa di Borgo Panigale, Michele Pirro, seguito dal pilota ternano Danilo Petrucci (Ioda-Suter-BMW) in undicesima posizione. I due sono seguiti da Claudio Corti (FTR-Kawasaki) che è 12°, mentre il sostituto di Hiroshi Aoyama sulla FTR Kawasaki del Team Avintia, Javi Del Amor, ha conquistato un punto mondiale per essere arrivato quindicesimo.

Rossi, quarto, ha schivato un'altra volta l'arrembante Bautista, che è caduto ancora a pochi centimetri dal pilota Yamaha. "Al Mugello non ero di questo avviso - ha detto Rossi - ma qui mi aspetto che la Direzione di Gara prenda dei provvedimenti su Bautista. Anche questa volta ho rischiato di finire fuori dopo pochi metri dal via a causa della sua irruenza". Valentino adesso vuole un segnale, Bautista è al suo secondo errore in due gare con lui nei paraggi.

La Direzione di Gara, comunque, non sembra intenzionata a sanzionare Bautista, che è sembrato abbastanza disperato per il suo secondo errore in due gare. Tornando alla gara, con i tre "tenori" della MotoGP che scappavano, Valentino ha solo potuto amministrare il suo distacco, rimanendo relativamente vicino, ma mai in grado di contrastare veramente la pattuglia spagnola. "All'inizio dell'anno ho provato a guidare la moto come fa Lorenzo - ha detto Rossi - poi sono tornato a dei setting simili a quelli che usavo in passato. Ora riesco a fare qualcosa, ma sono un po' in svantaggio rispetto ai ragazzi che sono davanti. Non lo sapevo che ci sarebbe voluto tanto tempo a riadattarmi alla moto. In Qatar è stata la vera sorpresa, non dopo. Questi tre sono veramente forti, sono il top dei piloti di tutto il mondo. Noi siamo lontani e non sarà facile riavvicinarmi, ma sono ottimista".

Dopo la gara di oggi, Pedrosa resta leader della classifica iridata con 123 punti, seguito da Lorenzo a quota 116, mentre Marquez è terzo a 93 punti. In classifica Rossi è invece quinto, con 60 punti.

MotoGp, ordine d'arrivo Gp di Catalogna:

1. Jorge Lorenzo (Spa/AYamaha)  43'06.479
2. Dani Pedrosa (Spa/Honda) a 1.763
2. Marc Marquez (Spa/Honda) 1.826
4. Valentino Rossi (Ita/Yamaha) 5.874
5. Stefan Bradl (Ger/Honda) 26.756
6. Bradley Smith (Gbr/Yamaha) 32.228
7. Andrea Dovizioso (Ita/Ducati) 32.692
8. Aleix Espargaro (Spa/Art) 58.615
9. Colin Edwards (Usa/Kawasaki) 1'03.142
10. Michele Pirro (Ita/Ducati) 1'09.774.

Tutti i siti Sky