Caricamento in corso...
22 febbraio 2014

Prima superpole della stagione per Guintoli, Melandri terzo

print-icon
gui

Sylvain Guintoli è stato il più veloce nelle prime qualifiche del mondiale SuperBike 2014 (Getty)

L'Aprilia Racing si presenta al meglio al via della prima gara del mondiale 2014. Sul circuito australiano di Phillip Island il francese è stato il più veloce di tutti stabilendo il nuovo record del tracciato. Secondo Giugliano, poi il pilota di Ravenna

L'Aprilia Racing si presenta al meglio al via della prima gara del mondiale Superbike 2014. Sul circuito australiano di Phillip Island, Sylvain Guintoli ha conquistato la prima Tissot-Superpole stagionale, nel nuovo format 2014. Sotto un cielo nuvoloso, in condizioni di asciutto, il francese si è assicurato la partenza dalla prima casella in griglia per le due gare che domani daranno l'avvio al campionato SBK. Con un crono di 1'30.038, il trentunenne di Montelimar ha fatto segnare il nuovo record del circuito, nonostante una piccola sbavatura nel corso del suo giro veloce.

Il vincitore della prima gara della passata edizione del mondiale Superbike ha avuto la meglio, per solo un centesimo di secondo, sul romano Davide Giugliano (Ducati Superbike Team), molto competitivo con la sua 1199 Panigale Rufficiale. Marco Melandri (Aprilia Racing Team) è giunto terzo e completa dunque una prima fila tutta italiana, considerando piloti e marche. Leon Haslam (Pata Honda World Superbike), dopo un'incoraggiante Superpole 1, non è riuscito a migliorare in maniera significativa la sua prestazione nella sessione successiva, chiudendo così nono alla bandiera a scacchi. Grande entusiasmo per le ben due moto EVO - classe al debutto in questa stagione - che si sono date battaglia assieme alle altre Superbike per qualificarsi in questa Tissot-Superpole: Niccolò Canepa (Althea Racing Ducati) si è piazzato in decima posizione, dopo essersi guadagnato l'accesso diretto alla Superpole 2 grazie all'ottimo sesto posto assoluto, ottenuto al termine delle tre sessioni di prove libere. David Salom, a cui è affidata la terza moto, nonché unica EVO, del Kawasaki Racing Team partirà 12^, dopo aver fatto segnare il secondo miglior tempo nella Superpole 1.

Tutti i siti Sky