Caricamento in corso...
30 novembre 2014

Rossi al Rally di Monza: poker sfumato, vince Kubica

print-icon

Trionfo del fuoriclasse polacco davanti al Dottore, sul terzo gradino del podio ha chiuso lo specialista Stefano d'Aste. Il vicecampione del mondo della MotoGP a Monza aveva già vinto nel 2006, 2007 e 2012. "Robert è stato più bravo, i miei complimenti"

Non è arrivato il poker di vittorie nel Rally di Monza per Valentino Rossi. A trionfare, infatti, è stato Robert Kubica che è riuscito a rimontare il vantaggio che aveva accumulato Rossi, terminando la nona prova speciale con un vantaggio di 12,5 secondi rispetto al nove volte iridato della MotoGP. Alle spalle di Kubica e Rossi, sul terzo gradino del podio ha chiuso lo specialista Stefano d'Aste.

Per Rossi ha contato ai fini del risultato finale qualche incertezza proprio nell'ultima speciale, in condizioni di bagnato, che ha causato il ritardo del Dottore nei confronti dell'asso polacco che in quelle particolari condizioni di aderenza è riuscito comunque a esprimersi al meglio. Ma Valentino, che comunque a Monza aveva già vinto nel 2006, 2007 e 2012, aveva perso ben 10" nella prova spaciale in notturna di sabato, andando a sbattere contro le protezioni della pista con la sua Ford Fiesta WRC.

In due giorni, insomma, Rossi tra errori e qualche difficoltà di messa a punto della sua vettura, è riuscito a perdere i 16" di vantaggio che aveva accumulato nelle prime prove speciali. "Abbiamo sbagliato l'assetto della nostra macchina - ha detto Rossi alla fine del Monza Rally Show - non avevo grip e per questo non sono riuscito a guidare come avrei voluto. Robert è stato più bravo di noi, a lui i miei complimenti per la vittoria".

Nella classifica generale, oltre a Rossi tra i motociclisti, si è piazzato sesto l'otto volte campione del mondo di motocross Antonio Cairoli (Citroen C3 WRC), mentre il funambolo americano Ken Block (Ford Fiesta WRC) non e' mai entrato in sintonia con lo spirito della corsa italiana, terminando in 29/a posizione.

Tutti i siti Sky