Caricamento in corso...
23 settembre 2016

Nuova Mercedes Classe E Station Wagon

print-icon
mer

Abbiamo provato la nuova Classe E pensata per le famiglie. Tanto spazio e tanta tecnologia a bordo, come per la berlina. Il tutto da 53.369. E c'è anche la "guida autonoma"...

di Emiliano Perucca Orfei

Il processo evolutivo iniziato con l'avvento di Classe A è finalmente arrivato anche sulla Mercedes Classe E, che dopo il lancio della berlina completa la propria gamma con la Station Wagon. Versione come sempre apprezzatissima dal nostro mercato la SW di segmento E della Casa di Stoccarda costa 53.369 euro in abbinamento alle motorizzazioni d'accesso spingendosi a 72.329 in quelle top. Per chi vuole il massimo c'è anche la E43 AMG da 401 CV, ma si parla di un prodotto differente - in diretta concorrenza con Audi S6 piuttosto che A6 - con un listino importante: si parte da 85.000 euro nella variante berlina.

Completamente rinnovata nello stile la nuova Classe E è lunga 493 cm e propone una linea decisamente più filante che ha portato ad una leggera riduzione del vano bagagli: dai 670 litri (minimo) precedenti si scende ad un comunque "best in class" 640 estendibile a 1.820 abbattendo gli schienali posteriori in modalità 40/20/40.

Come la Classe E berlina anche la SW porta in dote tantissime novità che riguardano numerosissimi aspetti tecnologici: gli interni, ad esempio, vantano un doppio schermo da 12,3" (1.037 euro) che fanno da base alla strumentazione digitale ed al sistema multimediale Comand Online (1.903 euro): quest'ultimo si presenta nella sua ultima evoluzione con grafica rinnovata e connessione 4g onboard pensata per attivare numerosi servizi online tra cui un servizio di concierge dedicato. Tutti i comandi del sistema si pilotano dal tunnel centrale ma anche dai tasti sul volante che, come sulla berlina, vantano anche due nuove unità a sfioramento sul lato destro e sinistro.

Di serie nella dotazione ci sono alcuni accessori di sicurezza e le sospensioni posteriori autolivellanti ma dalla lista degli optional si fanno notare le sospensioni pneumatiche (1.830 euro) ed anche l'accesso e l'avviamento in vettura dallo smartphone: tramite un tag nfc la Classe E si apre e si chiude avvicinando il telefono alla porta. Abbiamo parlato di alcuni accessori di sicurezza perché altri, decisamente importanti come il monitoraggio dell'angolo cieco nei retrovisori (comprende anche il controllo di abbandono involontario di corsia) si pagano a parte in un pacchetto dedicato (952 euro).

Non manca uno specifico pacchetto di assistenza alla guida: non si tratta ancora di un vero auto pilota ma la vettura è in grado di guidare quasi autonomamente, spostandosi addirittura di corsia quando si attiva la freccia. Costa 2.318 euro.

I motori disponibili sono il 2.0 a benzina da 184 o 211 CV mentre per quanto concerne il gasolio è finalmente arrivata la novità più attesa degli ultimi 12 mesi nella gamma della Stella: parliamo dell'erede del 4 cilindri da 2.143 cc che va in pensione lasciando al nuovo 1.950 il compito di spingere 200d (150 cv), 220d (194 cv) e 250d (circa 220 cv). Non manca la 3.0 V6 (350d) con 258 cv di potenza.

La versione perfetta per il mercato italiano, in attesa della 250d, è attualmente la 220d: la potenza massima arriva a 3.800 giri mentre la coppia di 400 Nm è disponibile in modo costante tra i 1.600 ed i 2.800 giri. Quattro valvole per cilindro, trazione posteriore, il nuovo motore è abbinato al nuovo cambio 9g-tronic ed offre valori prestazionali molto interessanti: 235 km/h di velocità massima, 7,7 per passare da 0 a 100 ed un consumo medio di 23,8 km/litro. Niente male per una vettura che pesa 1.705 kg.

Dal vivo: com'è fuori

Dimentichiamoci le Mercedes vecchio stile: questa non è più il solito "cassettone" ma una vettura con forme slanciate e sportive che non mette da parte quasi nulla, all'interno, della tradizione Mercedes. Più moderna, disponibile con o senza stellina sul cofano, la nuova Classe E è costruita e rifinita con cura tanto dentro quanto fuori: stonano, come al solito, elementi come gli scarichi finti nelle versioni a gasolio.

Dal vivo: com'è dentro

Tripudio di tecnologia nelle versioni dotate del doppio display da 12,3" la nuova Classe E SW mantiene tutte le caratteristiche positive della versione berlina aggiungendo parecchio spazio e versatilità in più nel volume di coda. Estremamente comoda e completa davanti la nuova Classe E è leggermente meno generosa con chi siede dietro ed è un po' meno spaziosa in termini di volume disponibile per i bagagli: la geometria del vano, però, è inappuntabile così come rimane eccezionale lo spazio disponibile, che rimane best in class.

Come si guida

La maggior sorpresa di questa Classe E, con ogni probabilità, è proprio il come si guida: tanto quanto il design è necessario resettare tutti i parametri sino ad oggi conosciuti con le Mercedes di segmento E. La vettura si guida molto bene, appare molto ben bilanciata, ben frenata e dotata di uno sterzo davvero piacevole da usare. Certo non siamo ancora a livello della BMW per dinamica di guida complessiva, ma il divario ora è davvero risicato, in particolar modo se si sceglie la vettura con il plus delle sospensioni attive. Niente male il cambio 9g-tronic, veloce in sport ma confortevole nelle modalità "normali", ma quello che stupisce è il nuovo quattro cilindri: nemmeno duemila di cilindrata il 220d da 194 CV ha potenza a sufficienza per spingere la E SW ma soprattutto ha una qualità di erogazione ai bassi  e medi regimi che rendono la guida davvero piacevole. Il tutto senza "urlare", sfruttando al meglio il range di rapporti offerto dal cambio per assicurare all'occorrenza confort o sportività. Unico appunto è il fruscio aerodinamico: con tanta silenziosità da parte del motore superati i 130-140 km/h si inizia a sentire qualche rumore di troppo. Bassi i consumi: 6 litri/100 km si ottengono senza sforzi. Niente male il sistema di supporto alla guida: non si tratta di vera guida autonoma ma di una assistenza alla guida davvero ben fatta. Di sicuro, tra tutti i sistemi che abbiamo provato sino ad oggi, assieme a quello di Tesla è uno dei migliori.


In conclusione

Più moderna, più tecnologica e meno Mercedes vecchio stampo la nuova Classe E è una vettura che potrebbe, alla stregua di Classe A, arrivare a conquistare qualche cliente anche da Audi e BMW dopo anni passati a coccolare solamente i propri utenti. Una vettura piacevole da guidare, con tanta tecnologia, grande sicurezza ed una piacevolezza di guida sconosciuta alle Benz di precedente generazione.

Pregi e difetti

Pregi: - Linea moderna - Tecnologia: c'è di tutto e di più - Guida: piacevole, anche alzando il ritmo. Difetti: - Gli schermi hanno una installazione "banale" - Non è ancora disponibile la 250d - Dietro si è perso qualche cm per le gambe 

Powered by: Automoto.it

Configure Photogallery Collection

Tutti i siti Sky