Caricamento in corso...
25 settembre 2016

WTCC 2016, Cina: vincono Bjork e López

print-icon
WTC

Prima vittoria per Volvo nel WTCC nella Opening Race allo Shanghai International Circuit grazie a Thed Bjork; nella Main Race, invece, a trionfare è stato José Maria López, su Citroen C-Elysée. Il report completo della opening e della main race corse in Cina sul tracciato di Shanghai

Appuntamento pieno di sorprese e di successi, quello del WTCC in Cina, allo Shanghai International Circuit. Ad imporsi nella Opening Race è stato Thed Bjork, su Volvo S60 Polestar: si tratta della prima vittoria per la casa svedese nella categoria. Successo nella Main Race per il campione WTCC in carica, José Maria López, su Citroen C-Elysée. Una tripletta Citroen chiude il weekend che ha visto la casa francese aggiudicarsi il campionato costruttori; Mehdi Bennani ha invece vinto il Trofeo WTCC, riservato ai team privati. Ecco come sono andate le cose.

Opening Race - Primo, storico successo per Volvo nel WTCC in Cina: ad aggiudicarsi la vittoria in una Opening Race ricca di colpi di scena è stato Thed Bjork, sulla S60 Polestar preparata dalla Polestar Cyan Racing, davanti all'alfiere della Honda, Norbert Michelisz, e ad Yvan Muller, su Citroen C-Elysée. Pessima la partenza di John Filippi, che scattava dalla pole position. Il francese ha perso diverse posizioni allo start, e si è successivamente dovuto arrendere agli attacchi di Bjork. La gara dell'alfiere della Campos Racing si è interrotta dopo soli 3 giri, per via di un contatto con Lopez; Filippi ha parcheggiato la sua Chevrolet Cruze a bordo pista, causando l'entrata in pista della Safety Car. Ad approfittare delle difficoltà di Filippi è stato proprio Michelisz, riuscito allo start a prendere la testa della corsa, davanti a Chilton, e a mantenerla alla ripartenza al termine del regime di Safety Car. Bjork, dal canto suo, ha agguantato la seconda posizione a metà gara, approfittando delle ambasce di Tarquini e Chilton, protagonisti di un contatto di gara. Lo svedese ha poi ridotto il distacco nei confronti di Michelisz, portandosi a meno di un secondo a quattro giri al termine della gara.

L’affondo vincente di Bjork - Bjork si è fatto vedere all'esterno e poi all'interno, sfruttando la scia al termine del rettifilo. Michelisz e Bjork sono arrivati al contatto nel corso del giro successivo: il magiaro si è difeso con forza, mantenendo la prima posizione e rimediando una reprimenda per aver cambiato traiettoria due volte. Bjork è riuscito a passare Michelisz negli ultimi metri della corsa, toccando la Honda del magiaro e danneggiando così anche lo pneumatico posteriore sinistro della sua Volvo. Muller, risalito fino alla quinta posizione prima del regime di Safety Car, è riuscito a portarsi alle calcagna di Bjork per approfittare della lotta per il primo posto. Muller, però, si è dovuto vedere da un arrembante Catsburg, che ha tentato invano il sorpasso, arrivando al contatto con il francese. La vittoria sfumata di Michelisz arriva nel giorno dell'annuncio da parte di Honda del rinnovo dell'impegno nel WTCC anche per la stagione 2017; saranno ancora Michelisz, Monteiro ed Huff a difendere i colori della casa nipponica in questa categoria.

López aggressivo in partenza - Quarta posizione per José Maria López, su Citroen C-Elysée. Protagonista di una partenza aggressiva, López ha poi superato all'esterno Ekblom e Filippi, toccando la Cruze di quest'ultimo. Questo contatto di gara ha causato danni alla Citroen C-Elysée del campione del mondo in carica: risultavano evidenti forti vibrazioni allo sterzo della sua vettura. Segue Nicky Catsburg, la cui LADA Vesta, però, è stata danneggiata dal fascione posteriore della vettura di Michelisz, finito sulla macchina dell'olandese dopo il contatto a fine gara tra Michelisz e Bjork. Sesto è il compagno di squadra di Catsburg, Hugo Valente, che ha preceduto Tom Coronel, sulla Chevrolet Cruze della ROAL Motorsport, e Fredrik Ekblom, su Volvo S60 Polestar. Chiudono la top ten i due piloti del team ufficiale Honda, Rob Huff e Tiago Monteiro. Le Honda Civic partite dal fondo, quelle di Huff e di Monteiro, sono apparse in difficoltà sullo Shanghai International Circuit, penalizzate nel lungo rettifilo dalla mancanza di velocità di punta.

Main Race - Citroen sugli scudi nella Main Race allo Shanghai International Circuit: ad imporsi sulla concorrenza è stato il campione del mondo in carica, José Maria López, su Citroen C-Elysée. López, ricordiamo, ha colto il terzo alloro piloti consecutivo nello scorso weekend di gara, a Motegi, in Giappone. Il pilota argentino, come spesso accade, ha mostrato una superiorità schiacciante nei confronti della concorrenza. Quello di oggi è il ventinovesimo acuto in carriera nel WTCC per López. López, che scattava dalla pole position, ha preso il comando della corsa in partenza e ha poi gestito magistralmente la gara, accumulando un vantaggio di oltre nove secondi sul compagno di squadra, Yvan Muller, giunto secondo al traguardo. Una doppietta del team ufficiale Citroen, dunque, nel weekend che ha visto la casa francese laurearsi campione del mondo costruttori grazie al punto conquistato nella giornata di ieri con la pole position di López. Muller, balzato in seconda posizione allo start, ha mantenuto il suo distacco da López sotto il secondo. Muller, però, si è poi trovato a difendersi da Mehdi Bennani, perdendo così terreno dal compagno di squadra. Terza posizione proprio per il pilota marocchino, sulla Citroen C-Elysée preparata dalla Sébastien Loeb Racing: con il risultato odierno, Bennani vince il Trofeo WTCC, riservato ai piloti di team privati.

Catsburg beffato in partenza - Quarta posizione per l'alfiere della LADA Sport Rosneft, Nicky Catsburg; l'olandese, al via della prima fila, è stato beffato da Muller e da Bennani allo start, e non è più riuscito a risalire la china al volante della sua Vesta. Segue il compagno di squadra di Catsburg, il nostro Gabriele Tarquini, autore di una buona partenza. Sesto è Fredrik Ekblom, su Volvo S60 Polestar, davanti al vincitore della Opening Race, Thed Bjork, e a Tiago Monteiro, su Honda Civic. Bjork ha sopravanzato il rivale, Ekblom, verso la metà della corsa, ma Ekblom si è rifatto a fine gara. Chiudono la top ten Tom Chilton, sulla Citroen C-Elysée della Sèbastien Loeb Racing, e Tom Coronel, sulla Chevrolet Cruze preparata dalla ROAL Motorsport.

Il WTCC è live su Eurosport - canali 210 e 211 della piattaforma Sky

Powered by Moto.it

Tutti i siti Sky