Caricamento in corso...
30 settembre 2016

Salone di Parigi 2016, le novità dalla A alla Z

print-icon
la-

La manifestazione francese porta sotto ai riflettori una pioggia di innovazioni, molte svelate in anteprima mondiale. Dalle supercar alle ibride più innovative, passando per concept, sportive e veri sogni ad occhi aperti

di Matteo Valenti

I grandi assenti - Puntuale come un orologio, ogni due anni - si alterna infatti con quello di Francoforte - ritorna il Salone dell’Auto di Parigi. Uno degli appuntamenti più importanti a livello mondiale con il mondo dell’auto, un vero e proprio paese dei balocchi per ogni appassionato di motori. Il Salone di Parigi 2016 mette in mostra anche questa volta tantissime novità succulente, nonostante l’assenza di una serie di costruttori di un certo rilievo. Quest’anno infatti, tra i padiglioni del Mondial de l’Automobile, non troveremo Aston Martin, Bentley, Lamborghini, Rolls-Royce, Volvo, Mazda, Lotus e Ford.

Ferrari regina, Mercedes fa paura - Ed è anche per questo motivo che Ferrari diventa ancora una volta protagonista assoluta. La Casa di Maranello, tolta la presenza degli altri principali costruttori di supercar, tiene il palco francese tutto per sé, mostrando due gioielli riservati a pochi eletti. Da un lato possiamo ammirare LaFerrari Aperta, dall’altro l’inedita GTC4Lusso T, che al posto del V12 monta il nuovo V8 biturbo già visto su 488 e California T.

Rimaniamo in territorio italiano con Maserati, che continua l’opera di rinnovamento della propria gamma. Dopo il lancio del SUV Levante e l’aggiornamento dell’ammiraglia Quattroporte arriva un restyling anche per la sorella minore Ghibli. I rivali di Porsche rispondono per righe, presentando al pubblico francese la Porsche Panamera 4 E-Hybrid e la nuova 911 GT3 Cup, per un uso esclusivo su pista. Sotto al cofano si nasconde  a nuova tecnologia plug in hybrid sviluppata a Zuffenhausen, che promette di stabilire nuovi punti di riferimento in termini di efficienza.

Ci sono però anche tante altre novità da Stoccarda. Questa volta però parliamo di Mercedes che come sempre non perde l’occasione per mettere in mostra tantissimi modelli. Partiamo dall’affascinante AMG GT C Roadster, la variante en plein air della supercar realizzata ad Affalterbach. Sotto al cofano pulsa il V8 biturbo da 557 CV. Al suo fianco ci sarà la più “pacifica” - si fa per dire - GLC 43 AMG e l’immensa Mercedes-Maybach S600 Pullman Guard, l’ammiraglia V12 blindata. La Stella chiude in bellezza poi con la nuova Mercedes Classe E All Terrain, versione rialzata e rinforzata della station tedesca, pensata per mettere i bastoni tra le ruote ad Audi A6 allroad e Volvo V90 Cross Country. La grande novità della casa di Stoccarda, però, è la concept elettrica, Generation EQ, un SUV 100% green che anticipa la futura gamma ecosostenibile della casa di Stoccarda. 

Alfa risponde ai tedeschi - A proposito, i Quattro Anelli arrivano a Parigi con un’auto attesissima dal grande pubblico. Si tratta della nuova Audi Q5, che tenterà di replicare il successo strepitoso della prima serie. Al suo fianco un’altra primizia come la A5 Sportback di nuova generazione, che ripropone il tema della coupé a quattro porte. Gli eterni rivali di BMW rispondono mostrando sullo stand la Serie 3 GT restyling, che si rinnova con il più classico dei facelift di metà carriera, e la Concept X2, pensata per illustrare il futuro della casa dell'Elica nel segmento compatto,Niente paura perché, ad arginare lo strapotere tedesco, ci pensa la nostra Alfa Romeo, che torna a stupire a Parigi con la Giulia Veloce. Si tratta di un nuovo allestimento sportivo top di gamma, che prevede la trazione integrale Q4 e i motori quattro cilindri più potenti della gamma. Da un lato il 2.2 diesel da 210 CV, dall’altro il 2.0 turbo benzina da 280 CV. Al suo fianco ci saranno anche le versioni Business, pensate per i clienti flotte. 

Giappone, UK e Francia: tutti vogliono il lusso - Attraversiamo la Manica e spostiamoci in territorio britannico con Land Rover, che stupisce il pubblico con la nuova Discovery, caratterizzata da linee più moderne, meno squadrate, versatilità, spazio a bordo, DNA off-road spiccato e tanta tecnologia. Un modello molto atteso che riscrive le regole del gioco per uno dei modelli più iconici del marchio inglese. Mini dal canto suo risponde con l’inedita John Cooper Works Clubman, affiancata dalla vera novità del brand anglo-tedesco. La nuova Mini Countryman si mostra a Parigi, pronta a conquistare il successo della sua antenata.

Il lusso in salsa giapponese di casa Lexus stupisce con una concept. Si tratta della UX, un prototipo che anticipa un futuro SUV compatto di lusso, che in gamma dovrebbe collocarsi al di sotto dell’attuale NX. I rivali di Infiniti invece mettono in mostra qualcosa di molto più concreto e rivoluzionario. Al centro dello stand campeggia il nuovo motore VC-T, il primo propulsore di serie con rapporto di compressione variabile.

Rimaniamo nel mondo dell’alto di gamma con DS, che a Parigi gioca in casa mostrando la DS 5 Commande Spéciale, che inaugura il programma di personalizzazione avanzato del brand di lusso di PSA. Si fa notare poi anche Jeep, brand del Gruppo FCA, che arriva a Parigi con la gamma aggiornata al completo, da Renegade a Grand Cherokee, passando per il Wrangler.

La Grandeur Francaise - Tantissime le novità però anche tra i costruttori generalisti. Per ovvi motivi partiamo dai francesi con Peugeot che porta a Parigi non solo la nuovissima 3008, ma anche l’inedita 5008 che da monovolume si trasforma in un ambiziosissimo SUV a sette posti. Al loro fianco, per sognare ad occhi aperti, troviamo anche la nuova 2008 DKR che affronterà la Dakar 2017.

I fratelli di Citroen non possono che mostrare, non senza una punta di orgoglio, la nuova C3. Un modello davvero innovativo, che vuole portare una ventata d’aria fresca nel mondo delle citycar. Anche qui in ogni caso ci sarà spazio per sognare grazie alla C3 WRC concept e alla Cxperience concept. I rivali diretti di Renault non restano di certo a guardare e puntano tutto ancora una volta sui SUV con il nuovo Koleos a sette posti, volgendo al contempo lo sguardo verso il futuro con la concept elettrica Trezor. La “divisione” low cost Dacia poi mette in mostra Sandero, Sandero Stepway e Logan MCV in versione facelift per il 2017.

VW & Co. vs Opel - Passando sul fronte tedesco troviamo Volkswagen, mai come in questo momento sensibile alle tematiche ambientali. Sullo stand infatti campeggia il concept di un nuovo veicolo elettrico, la I.D.. Segue le orme anche Opel che, a fianco della divertente Karl Rocks, svela la Ampera-e, una nuova elettrica pensata per rispondere all’avanguardia Tesla. Una pioggia di SUV però anche per i marchi satellite della VW. Seat porta a Parigi la Ateca nell’inedita variante X-Perience, pensata per la guida off-road, mentre Skoda è pronta a scalare ancora una volta le classifiche di vendita con la Kodiaq, una grande SUV a sette posti. 

Panda contro tutti Fiat si presenta con un pezzo da 90. Si tratta della Panda, una delle citycar più longeve e vendute della storia, rinfrescata con un restyling per il 2017. La piccola italiana non sarà più sola però nemmeno nell’ambitissima versione 4x4. Dal Giappone infatti arriva con furore la piccola e simpatica Suzuki Ignis, una citycar si segmento A con una vera trazione integrale. In più arriva una nuova “minaccia” dall’estremo oriente che si chiama Kia Rio. La citycar dei coreani si rinnova da cima a fondo proprio per andare ad infastidire una certezza come la Panda.

Corea e Giappone, dai SUV alle "anti-Golf" - Anche i fratelli di Hyundai rinnovano l’offensiva nel mondo delle citycar con il restyling della i10, anche se la vera novità rimane la nuova i30, pronta a scrivere un nuovo capitolo in mondo dominato dalla Golf. C'è spazio, però, anche per due vetture dall'animo racing, la Hyundai RN30 Concept e la i20 WRC 2017. Sulla sua strada incontrerà subito però una nuova avversaria da non sottovalutare. Proprio a Parigi arriva la nuova Honda Civic, che giunge alla decima generazione dopo una lunga e gloriosa storia. Ma nello stand Honda c'è anche spazio per Civic Type R Prototype, concept car decisamente aggressiva dalle linee massicce e importanti.  

Rimaniamo nella terra del Sol Levante con Toyota che porta a Parigi la versione definitiva, interni compresi, dell’atteso crossover CH-R, con le sue forme futuristiche. Al suo fianco ci sarà la Prius in versione plug -in hybrid e la presentazione del Team Gazoo Racing impegnato nel WEC, alla Dakar e dal 2017 anche nel Mondiale Rally WRC. Mitsubishi svela a Parigi il concept GT-PHEV, che anticipa un’ibrida plug-in capace di percorrere 120 km in elettrico. Anche i coreani di SsangYong si presentano con un prototipo. Il LIV-2 dovrebbe anticipare la futura Rexton.

Chiudiamo con le piccole pesti. Abarth porta a Parigi, oltre alla 124, anche la 595 restyling, mentre smart svela fortwo e forfour in versione electric drive 100% elettrica.

Powered by: Automoto.it

Tutti i siti Sky