Caricamento in corso...
23 novembre 2013

Beli e Spurs, prova del nove riuscita. Paura per Rose

print-icon
bel

Buona prova per Marco Belinelli nella vittoria degli Spurs sui Grizzlies (Getty)

Nella notte di Nba San Antonio conquista il nono successo consecutivo battendo i Memphis Grizzlies 102-86. La guardia italiana mette a segno 9 punti in circa 20' di gioco. Dita incrociate a Chicago: i Bulls temono per il ginocchio sinistro di Rose

Marco Belinelli segna 9 punti e San Antonio suona la nona. Gli Spurs (11-1) vincono per 102-86 sul campo dei Memphis Grizzlies e centrano il nono successo consecutivo eguagliando la miglior partenza nella propria storia se si considerano le prime 12 partite dell'anno.

I texani ringraziano soprattutto Tony Parker, che segna 11 dei suoi 20 punti nel quarto periodo spegnendo i sogni di rimonta di Memphis. Tiago Splitter (17 punti), Manu Ginobili (15) e Kawhi Leonard (12) offrono un contributo sostanzioso. Belinelli non riesce ad  arrivare in doppia cifra nei 20'16" di gioco. La guardia bolognese parte dalla panchina e chiude con 4/7 al tiro (1/3 da 3), 3 rimbalzi, 2 assist e 1 recupero.

Memphis va al tappeto nonostante i 28 punti di Mike Conley ed è in ansia per le condizioni di Marc Gasol: il centro catalano esce per un infortunio al ginocchio destro e nelle prossime ore si sottoporrà ad una risonanza magnetica. Dita incrociate anche negli spogliatoi dei Chicago Bulls, che temono per il nuovo ko di Derrick Rose. Il play, rientrato ad inizio stagione dopo uno stop di 18 mesi, si ferma per un problema al ginocchio destro.

Rose, che nella primavera 2012 si è lesionato il legamento crociato del ginocchio sinistro, esce di scena nel terzo periodo del match vinto da Portland per 98-95. I Trail Blazers (11-2) festeggiano il nono successo di fila con i 28 punti di Wesley Matthews e i 20 di Damian Lillard. Chicago (6-5), in vantaggio anche di 21 punti nel match, incassa la sconfitta ma pensa soprattutto alle condizioni della sua superstar. Rose, miglior marcatore dei tori con 20 punti, viene portato a braccia negli spogliatoi e poi va via dall'arena con le stampelle. Gli esami in programma a Los Angeles, dove domani i Bulls affronteranno i Los Angeles Clippers, offriranno un quadro più chiaro.

Video

Tutti i siti Sky