Caricamento in corso...
30 aprile 2014

Wizards avanti, Clippers ok dopo la bufera. Rischia Oklahoma

print-icon
cli

Jamal Crawford e DeAndre Jordan lasciano alle spalle la vicenda del patron Sterling (Foto Getty)

I playoff Nba offrono un nuovo verdetto da Chicago, dove Washington passa 75-69 e chiude la serie sul 4-1. La franchigia di Los Angeles dimentica la vicenda Sterling e regola Golden State. Sul 3-2 anche Memphis: trema Kevin Durant

La notte playoff della Nba offre un nuovo verdetto, legato all’approdo di Washington alle semifinali di Conference. Gli Wizards s’impongono 75-69 allo United Center, si portano 4-1 nella serie ad avanzano al turno successivo dove verosimilmente incroceranno Indiana. Wall e Nene confezionano 44 punti in due, dall’altra parte Butler e Hinrich si distribuiscono 16 punti a testa, vani nel garantire la sopravvivenza di Chicago nella serie.

Trema invece Oklahoma che, in gara-5 sul proprio parquet, cade 100-99 all’overtime e compromette il bilancio con i Grizzlies, avanti 3-2. Non bastano ai Thunder un Westbrook da 30 punti, 13 assist e 10 rimbalzi insieme ai 30 a referto di Kevin Durant. Tra le fila di Memphis funziona il tandem Miller-Randolph (41 punti in due), che mette a repentaglio le velleità di Oklahoma nella serie. Accantonano invece la vicenda Sterling i Clippers, che regolano 113-103 Golden State e conducono 3-2 nel confronto. DeAndre Jordan confeziona 25 punti, 18 rimbalzi e 4 stoppate, capitando i 5 losangelini in doppia cifra contro gli Warriors, inutilmente guidati da Klay Thompson (21 punti).

Video

Tutti i siti Sky