Caricamento in corso...
22 novembre 2014

Il Gallo alza la cresta, 17 punti nel successo di Denver

print-icon
gal

Miglior prestazione stagionale per Danilo Gallinari (Getty)

Migliore prestazione stagionale per l'italiano nella notte di Nba. I Nuggets battono 117-97 New Orleans. positivo il rientro di Belinelli negli Spurs che vincono contro Minnesota 121-92. Datome ancora in tribuna. Lakers e Cleveland ko

Un Danilo Gallinari finalmente convincente aiuta i Denver Nuggets a battere New Orleans per 117-97. L'ex Milano parte ancora una volta dalla panchina ma negli oltre 22' che gli concede coach Shaw mette a referto 17 punti, suo massimo stagionale, con 5/7 dal campo (4/4 dalla lunga distanza) e 4/4 dalla lunetta, oltre a 3 rimbalzi, 3 assist, una palla recuperata e una stoppata. "Se non giochi per 19 mesi non è facile rientrare, credetemi, pensate sia così ma non lo è", tira un sospiro di sollievo il Gallo. Brillano anche Afflalo e Faried con 19 punti a testa, per i Pelicans in evidenza il solito Davis (18 punti e 9 rimbalzi).

Buone notizie anche per Marco Belinelli, che torna in campo nella vittoria di San Antonio su Minnesota per 121-92: dopo aver saltato nove partite per un infortunio all'inguine, la guardia azzurra gioca poco più di 10 minuti e chiude con 5 punti (2/2 da due e 1/1 ai liberi), 2 rimbalzi e una palla persa. A trascinare gli Spurs sono Parker (28 punti), Green (18 pt) e Daye (13 punti e 11 rimbalzi) mentre i migliori dei T-Wolves sono Bennett (20 punti), Williams (15 pt) e Wiggins (14 pt).

Ancora tribuna per Gigi Datome e nuova sconfitta per Detroit (99-89 contro Atlanta). Teague (28 punti) e Millsap (15 punti e 12 rimbalzi) affondano i Pistons dove si salvano Smith (16 punti) e Drummond (13 punti e 16 rimbalzi). Nelle altre gare della notte, terza sconfitta di fila per Cleveland, che crolla a Washington per 91-78. Si salvano LeBron James (22 punti) e Irving (22 punti) ma bruciano le 19 palle perse mentre i Wizards ringraziano Wall (28 punti). Il trio Lowry-Valanciunas-Williams consente a Toronto di battere Milwaukee e rimanere al comando della Eastern Conference, volano Memphis (32 punti, massimo in carriera, per Marc Gasol e 16 punti e 16 rimbalzi per Randolph nel successo su Boston) e Golden State (101-88 su Utah). Male Bryant (17 punti ma con 6/22 al tiro) e Lakers ko contro i Mavericks di Nowitzki (23 punti) ed Ellis (20 punti e 10 assist).

Video

Tutti i siti Sky