Caricamento in corso...
12 dicembre 2014

Senza LeBron i Cavaliers depongono le armi a Oklahoma

print-icon
kev

Kevin Durant, 19 punti, annulla i Cavaliers orfani di LeBron James (getty)

James si infortuna prima del match (contrattura al ginocchio sinistro) e Cleveland si arrende 103-94 sotto i colpi di Westbrook e Durant. Harden trascina i Rockets contro Sacramento 113-109: prestazione eccellente del Barba , nuovo season high da 44 punti

Oklahoma City-Cleveland 103-94 - Nella notte NBA la sfida tra Oklahoma City e Cleveland va ai Thunder che si impongono per 103 a 94. All'ultimo i Cavaliers hanno dovuto fare a meno di LeBron James, fermato da una contrattura al ginocchio sinistro, e la sua assenza ha pesato. Dopo un primo quarto chiuso avanti di 8, Cleveland ha iniziato a perdere colpi, mentre Oklahoma City, specie con Westbrook, ha iniziato a entrare sempre più in partita, trovando la parità all'intervallo e una fuga fino al +20 nella ripresa. L'ultima fiammata Cavs (fino al -4) è stata poi annullata da Durant, che ha segnato 8 punti negli ultimi 2 minuti di gara. Quota 19, alla fine, per KD. Per Westbrook invece 26 punti, con 7 rimbalzi e 8 assist: il migliore in casa Thunder. Dall'altra parte 20 per Irving, ma con 7 su 21 al tiro, e 17 per Love. Oklahoma City è alla quarta vittoria consecutiva; per Cleveland invece si interrompe una striscia di 8 successi.
Sacramento-Houston 109-113 - Houston espugna il parquet di Sacramento per 113 a 109 dopo un tempo supplementare, grazie a uno strepitoso James Harden. Il Barba a messo a segno un nuovo season high da 44 punti (pur con percentuali non stratosferiche), segnandone anche 10 dei 18 totali dei Rockets nell'overtime. Grazie a lui Houston ha raddrizzato una partita che era iniziata nel segno dei Kings, avanti di 12 nel primo quarto, ma poi traditi dalle troppe palle perse. Houston ha completato la rimonta nell'ultimo quarto, grazie al tiro dalla lunga distanza, e poi ha chiuso i conti nel supplementare, con un parziale di 18 a 14. Oltre ai 44 punti di Harden, per i Rockets ce ne sono stati 15 a testa di Beverly e Ariza. Dall'altra parte quota 24 per Collison e 21 per McLemore.

Video

Tutti i siti Sky