Caricamento in corso...
19 dicembre 2014

I Warriors tornano alla vittoria. Thunder e Durant vanno ko

print-icon
kev

Infortunio alla caviglia destra per l'ala di Oklahoma (Getty)

Un super Durant, che segna 30 punti nel periodo in cui resta in campo prima dell'infortunio, non basta ad Oklahoma, che perde in casa dei Warriors. Knicks ancora ko contro Chicago, per Houston brutta sconfitta in casa con New Orleans

Golden State stende Oklahoma City e si riscatta dopo il passo falso contro Memphis. I Warriors si impongono in casa per 114-109 e dimenticano in fretta la sconfitta che aveva interrotto la loro striscia di 16 vittorie. La squadra con miglior record (22-3) di tutta la Nba ringrazia soprattutto Stephen Curry, autore di 34 punti di cui 11 nell'ultimo quarto. Kevin Durant è stratosferico per i Thunder nei primi 18 minuti, in cui fa segnare ben 30 punti, poi però è costretto a lasciare il campo per una lieve distorsione alla caviglia destra. Il solo Russell Westbrook non basta a Oklahoma City per evitare la prima sconfitta dopo sette vittorie di fila.
Finisce al tappeto anche Houston, sconfitta in casa da New Orleans per 99-90. A trascinare i Pelicans ci pensa un super Anthony Davis, che mette a referto 30 punti. Continua intanto il momento buio dei Knicks, che contro Chicago incassano la tredicesima sconfitta nelle ultime 14 gare. I Bulls, senza Derrick Rose, si godono il career-high da 35 punti di Jimmy Butler. New York paga l'assenza pesante di Carmelo Anthony, Tim Hardaway Jr fa il suo con 5 triple e un bottino complessivo di 23 punti, ma non non basta.

Tutti i risultati
Chicago Bulls-New York Knicks 103-97
Houston Rockets-New Orleans Pelicans 90-99
Sacramento Kings-Milwaukee Bucks 107-108
Golden State Warriors-Oklahoma City Thunder 114-109

Colpo Dallas: preso Rondo da Boston. L'ingaggio del play da parte dei Mavericks è ora ufficiale. La franchigia texana ingaggia anche il rookie Dwight Powell, mentre ai Celtics vanno Brandan Wright, Jae  Crowder, Jameer Nelson. I Mavs piazzano così un grande colpo di mercato e con un quintetto formato da Rondo, Dirk Nowitzki, Monta Ellis, Tyson Chandler e  Chandler Parsons possono davvero sognare in grande. Per i Celtics,  invece, si chiude definitivamente un'era che ha raggiunto l'apice con la conquista dell'ultimo titolo nel 2008.

Video

Tutti i siti Sky