Caricamento in corso...
08 gennaio 2015

Detroit, momento magico. Irving non basta ai Cavs, altro ko

print-icon
irv

I 38 punti di Kyrie Irving contro i Rockets non sono bastati ai Cavs (Getty)

Gigi Datome è in panchina ma i Pistons piazzano il settimo successo di fila vincendo anche a Dallas (108-95). Cleveland, ancora privo di LeBron James, incassa la settima sconfitta in nove gare da Houston (105-93). Ai Clippers il derby di Los Angeles

Continua il momento magico di Detroit. I Pistons vincono anche a Dallas, questa volta 108-95 all'American Airlines Center, e centrano il settimo successo di fila. Sugli scudi Greg Monroe con una doppia doppia da 27 punti e 18 rimbalzi, ma è devastante anche l'impatto sul match di D.J. Augustin: 22 minuti in campo e 26 punti, di cui 17 solo nell'ultimo quarto. Non partecipa alla festa l'azzurro Gigi Datome, che coach Van Gundy lascia ancora in panchina. Ai Mavericks (26-11) non bastano i 19 punti di Dirk Nowitzki per evitare la prima sconfitta dopo 6 vittorie di fila.

Knicks ancora ko. E' ancora più amaro il ko subito da New York a Washington per 101-91. I Wizards capitalizzano i 20 punti di Nene e i 18 di John Wall e condannano i Knicks alla 13esima sconfitta di fila, record negativo per il team della 'grande mela' che ha perso 23 delle ultime 24 partite giocate. Pesano le assenze di Carmelo Anthony e Amar'e Stoudemire, ancora out anche Andrea Bargnani per un'infiammazione al polpaccio destro.

Male Cleveland. Non va meglio a Cleveland, che senza la star LeBron James incassa contro Houston una sconfitta casalinga per 105-93. Il top scorer della lega James Harden mette a referto 21 punti (6 su 18 al tiro) e 9 rimbalzi e Dwight Howard contribuisce alla vittoria dei Rockets con una doppia doppia da 17 punti e ben 19 rimbalzi. Houston cambia marcia nell'ultimo quarto anche grazie  alla produzione di Corey Brewer, autore di 12 punti di cui 8 nell'ultimo periodo. I Cavaliers (19-17) vanno al tappeto per la settima volta nelle ultime 9 gare nonostante il season-high da 38  punti di Kyrie Irving e la doppia doppia di Kevin Love (17 punti e 16 rimbalzi). Serata da dimenticare per JR Smith, che chiude con zero punti in 18  minuti la sua partita d'esordio con i Cavs dopo l'addio a New York. 

Cavs, arriva Mozgov.
Intanto, dopo la trade con i Knicks, Cleveland piazza un altro colpo con l'ingaggio di Timofey Mozgov dai Denver Nuggets. Il centro russo è il sostituto ideale di Anderson Varejao, che ha chiuso con largo  anticipo la stagione dopo l'operazione al tendine d'achille. Nella notte Nba si segnala anche l'ennesima vittoria di Golden State: la squadra con il miglior record della lega stende Indiana per 117-102 con un super Klay Thompson, che mette 6 triple e chiude con un bottino complessivo di 40 punti.

Los Angeles, il derby ai Clippers.
Senza storia, infine, il derby di Los Angeles vinto dai Clippers per 114-89. Allo Staples Center sono decisivi Blake Griffin con 27 punti, 9 rimbalzi e 8 assist e Chris Paul con una doppia doppia da 24 punti e 11 assist. Fra i Lakers non brilla Kobe Bryant, che si limita a 4 punti con un modesto 2/12 dal campo.

Video

Tutti i siti Sky