Caricamento in corso...
28 febbraio 2015

Una notte da "Mago" a Detroit, Bargnani trascina New York

print-icon
bar

Andrea Bargnani ha trascinato i Knicks al successo sui Pistons (Getty)

L'ex Treviso è il grande protagonista del successo dei Knicks con 25 punti, 12 rimbalzi e 4 assist: Pistons ko dopo due supplementari. 7 punti per Belinelli nel 107-96 degli Spurs sui Kings. Gallinari non basta a Denver. Vince Boston, ma Datome non gioca

Tre italiani su quattro in campo nella notte Nba, uno resta in panchina. Gigi Datome non partecipa al successo dei Boston Celtics che si impongono per 106-98 contro Charlotte Hornets (28 punti per Isaiah Thomas, dall'altra parte non bastano i 31 di Mo Williams).

E' invece determinante Andrea Bargnani che trascina i Knicks al successo sui Pistons, l'ex squadra di Datome. New York batte 121-115 Detroit dopo due overtime e il "Mago" è il grande protagonista della serata con 25 punti, 12 rimbalzi e 4 assist in 36 minuti e 17 secondi di gioco. Sempre privi di Carmelo Anthony i Knicks portano in doppia cifra anche Hardaway (18), Amundson (17), Larkin (16), Galloway (12) e Shved (11). Ai Pistons non bastano i 28 di Greg Monroe.

Vincono anche i San Antonio Spurs di Marco Belinelli. I campioni in carica battono 107-96 i Sacramento Kings e il "Beli", in 27 minuti, dà il suo contributo con 8 punti e tre rimbalzi. Il più prolifico è Tony Parker con 19 punti, ne fa 17 Leonard e 16 Ginobili. Dall'altro McLemore con 21 e McCallum con 20 i più prolifici.

L'unico italiano a uscire sconfitto dal campo è Danilo Gallinari che con i suoi Nuggets deve arrendersi agli Utah Jazz che si impongono in trasferta per 104-82. Il "Gallo" gioca 26 minuti e 30 secondi e mette a referto 13 punti, 2 rimbalzi e 1 assist. Meglio di lui solo Will Barton con 22 punti, ma sono gli Utah Jazz a far festa (21 per Darrick Favors).

Video

Tutti i siti Sky